Tu sei qui

CasateOnLine

Abbonamento a feed CasateOnLine
Casate Online
Aggiornato: 1 ora 13 min fa

Cremella: l'8 festa di pomm e la corsa organizzata dall'A.L.S.

2 ore 4 min fa
Sarà una domenica ''piena'' per la comunità di Cremella quella dell'8 dicembre, in occasione della tradizionale festa delle mele. Tante le iniziative in programma: a partire dalla tradizionale corsa Magnus Cursus Pomi organizzata dall'ALS con partenza dalle 7.45 in oratorio, punto anche di arrivo della manifestazione. E poi ancora bancarelle, caldarroste, biscotti, frittelle, thè caldo e panini con la salamella. Insomma...ci sarà di tutto per accontentare i gusti di grandi e piccini. Alle 14.30 spettacolo di magia comica e laboratorio di mele colorate per i bambini. Infine lancio dei palloncini luminosi.

Cremella: matrimoni con rito civile celebrati anche il pomeriggio

2 ore 25 min fa
A Cremella sarà possibile celebrare matrimoni con rito civile anche al di fuori degli orari di servizio dell'ufficio anagrafe del municipio. Lo ha stabilito nei giorni scorsi all'unanimità il consiglio comunale su proposta del sindaco Ave Pirovano, modificando l'apposito regolamento. Accogliendo alcune richieste pervenute da coppie di futuri coniugi, a Cremella ci si potrà sposare non soltanto la mattina, ma anche il pomeriggio, perlomeno sino alle ore 17.30, orario limite per la celebrazione dei riti nuziali. Una novità che riguarda sia la sala consiliare, sia Villa Pizzi, dimora privata che si trova a pochi passi dal municipio dove da qualche anno è possibile unirsi in matrimonio civilmente alla presenza del sindaco o di un suo delegato. Chiaramente sono escluse le domeniche e le festività, mentre per quel che riguarda le tariffe, esse sono diversificate sulla base della location e dell'eventuale residenza in paese degli sposi. A stabilirle, anno dopo anno, è la giunta comunale.

Silea: in Assemblea la messa a norma dei centri di raccolta, i centri del riuso e Seruso

3 ore 46 min fa
Il Presidente di Silea Domenico SalvadoreIn coerenza con quanto definito nel Documento di indirizzo approvato al suo insediamento, il Consiglio di amministrazione di SILEA SpA, presieduto da Domenico Salvadore, ha presentato in occasione dell’Assemblea di coordinamento intercomunale dei Comuni Soci di SILEA  svoltasi nella serata di ieri l’avanzamento su due progetti strategici che compaiono tra le priorità dell’azienda.Il primo riguarda la messa a norma e l’ammodernamento dei centri di raccolta presenti sul territorio provinciale: complessivamente ben 55, di cui 33 gestiti direttamente da SILEA e 22 da altre realtà. SILEA ha compiuto un lavoro di screening che ha coinvolto 11 di questi centri: Cassago Brianza, Cesana Brianza, Colle Brianza, Dolzago, Garlate, Introbio, Merate, Perledo, Pescate, Robbiate e Suello. Il campione scelto, rappresentativo sia per collocazione territoriale che per tipologia e dimensione della struttura, ha evidenziato una spesa media di 44 mila Euro per l’adeguamento, la messa a norme e in sicurezza di ciascuna di questi centri. Rispetto a questa prima indagine, il Comitato ristretto ha richiesto un ulteriore approfondimento dei singoli interventi da attuare estendendo l’indagine a tutti i centri gestiti da SILEA. Quindi SILEA si è detta disponibile a prendere in comodato d’uso gratuito i centri di raccolta fino a fine 2029, finanziando gli interventi necessari e offrendo la possibilità ad ogni Comune di dilazionare nell’arco di un decennio i costi. L’indagine potrà essere estesa anche ai centri non gestiti da SILEA previa corresponsione di un contributo di Euro 3.000 a centro a carico dei Comuni interessati. L’intero progetto di adeguamento si prevede venga ultimato entro giugno 2021. L’Assemblea si è espressa in modo positivo sulla proposta presentata, con il voto favorevole della quasi totalità dei presenti (2 astenuti).Si è quindi proceduto alla presentazione dell’analisi condotta sulla possibilità di dotare il territorio di una serie di Centri del Riuso, strutture che si propongono di contrastare e superare la cultura dello spreco delle risorse e dell’usa e getta, proponendo una diffusione della cultura del riuso basata su principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale. Il Consiglio di Amministrazione di SILEA, condivisa dal Comitato Ristretto e presentata all’Assemblea, prevede la realizzazione di almeno quattro di queste strutture in ambito provinciale: a Lecco, Valmadrera (dove già esiste una consolidata esperienza sviluppata dal Centro Farmaceutico Missionario, con cui SILEA è convenzionata), a Merate e nell’area Lago/Valsassina. I Comuni interessati ad ospitare un Centro Rifiuti saranno coinvolti in un incontro di approfondimento, al quale saranno invitate anche le realtà sociali che già operano in questo ambito nei diversi territori. L’Assemblea ha approvato la proposta presentata all’unanimità.Infine l’Assemblea è stata aggiornata in merito alla project financing per l’aggiornamento tecnologico dell’impianto di selezione e al futuro assetto societario di Seruso SpA, ad oggi controllata da SILEA per l’80,50%. La proposta avanzata è quella di un riequilibrio delle quote azionarie con gli altri soci pubblici, fermo restando il mantenimento da parte di SILEA della quota di maggioranza.L’Assemblea, in conclusione, ha tributato un caloroso ringraziamento al Direttore generale Marco Peverelli, prossimo a concludere il suo incarico per la pensione.

Valaperta: Alberico mette in mostra sculture e presepi natalizi

4 ore 41 min fa
Antonio Fumagalli, soprannominato "Alberico", è un artista di Valaperta che da tanti anni si diletta nella realizzazione di sculture e di presepi utilizzando le radici delle robinie, materiale molto povero, che si può trovare nei boschi. Le sue opere assumono così vitalità e sono assolutamente uniche.Anche quest'anno si potranno ammirare le sue creazioni durante alcune mostre in cui l'artista sarà presente:-Sabato 7 e domenica 8 dicembre dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19 si terrà la "Mostra di sculture e presepi" presso la Villa Borromeo di Arcore, nella sala Camino. La mostra è stata organizzata da Auser Volontariato col patrocinio del comune di Arcore. Lo scopo è interamente benefico in memoria di Claudia Beretta Cereda. L'entrata è libera e il giorno dell'apertura verrà offerto un aperitivo.-Dal 5 al 29 dicembre si potrà visitare la "Mostra dei presepi" presso l'ex biblioteca di Bresso. Nei giorni feriali l'ingresso è dalle ore 15 alle 18.30. Sabato e festivi dalla ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.30. La partecipazione è libera.-Dal 14 dicembre al 6 gennaio si potranno ammirare alcuni presepi di grosse dimensioni presso il museo civico di Monza.

Bevera: ''regala un sorriso'' alla Consolata il 7

5 ore 52 sec fa
"Regala un sorRISO" è l'iniziativa a favore delle Ospedale Pediatrico di Kimbondo nella Repubblica Democratica del Congo che da alcuni anni viene sostenuta dall'associazione missionaria ''La sola verità è amarsi''. Sabato 7 dicembre presso i Padri della Consolata di Bevera è stata organizzata una Cena di Solidarietà con due portate di risotto e altro ancora.Domenica 8 dicembre invece sul piazzale della chiesa di Barzanò sarà allestito uni banchetto per la vendita di riso carnaroli.

Barzago: conferimento tutto ''in rosa'' per le borse di studio assegnate dal Comune

5 ore 11 min fa
Borse di studio tutte al femminile per il comune di Barzago, dove nel pomeriggio di giovedì 5 dicembre sono state cinque le giovani studentesse meritevoli che hanno ricevuto gli attestati per il proprio egregio risultato scolastico. Le studentesse premiate insieme al sindaco Ceroli e al consigliere RattiPresso la sala consiliare si è infatti tenuta una piccola cerimonia di assegnazione dei riconoscimenti per sottolineare ancora una volta quanto l'amministrazione tenga a premiare gli studenti più in gamba e a motivare anche coloro che invece trovano più difficoltà nel proprio approccio alla scuola di ogni grado. In particolare, ad essere premiate sono state due giovani studentesse al primo anno di scuola secondaria di secondo grado e tre studentesse che invece hanno cominciato quest'anno il primo anno di università, tutte dopo aver ottenuto risultati eccellenti negli esami di terza di media e di maturità. "L'amministrazione è orgogliosa di poter conferirvi queste borse di studio, simbolo del vostro costante e serio impegno, ma anche un augurio che possa incoraggiarvi a dare sempre il meglio di voi stesse nel vostro attuale e futuro percorso scolastico. Un ringraziamento speciale va rivolto sicuramente ai vostri genitori, i primi supporters nei momenti di successo ma anche e soprattutto in quelli meno facili, critici e più impegnativi. Dietro alla vostra dedizione quotidiana, si cela silenziosamente anche il loro sacrificio e il loro credere incondizionatamente nelle vostre capacità e in chi siete o chi state diventando, perché è anche grazie a loro se oggi il vostro percorso scolastico può continuare senza ostacoli'' ha detto il sindaco Mirko Ceroli. ''Un grazie particolare lo rivolgerei anche ai vostri docenti, sia quelli che vi hanno accompagnato fin dalle scuole elementari sia quelli con cui avete terminato un ciclo di studio perché, anche se in alcuni casi non ve ne siete rese conto, hanno contribuito in parte a costruire la persona che siete oggi. Le fautrici principali di questi ottimi risultati rimanete voi, care studentesse, e per questo motivo mi auguro di cuore che possiate trasformare i vostri desideri in realtà e che riusciate a mettercela davvero tutta senza mollare di fronte alle difficoltà. In fondo, se siete qui oggi è perché avete accettato di rinunciare in alcuni casi a passatempi o interessi personali per concentrare le energie nello studio e questi attestati che oggi vi conferiamo sono proprio il ricompenso per il vostro impegno e la vostra volontà di continuare nei vostri percorsi di studio" ha aggiunto il primo cittadino, affiancato dal consigliere all'istruzione Cristiano Ratti. Le ragazze a cui sono state assegnate le borse di studio per merito sono state: Alice Sala, iscritta al primo anno di liceo artistico Gandhi e Martina Beretta, iscritta al primo anno di liceo classico al Don Gnocchi, mentre per le scuole secondarie di secondo grado le studentesse meritevoli sono state Giulia Invernizzi, iscritta ora al primo anno del corso di laurea di Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano, Letizia Rovelli, iscritta al primo anno della facoltà di Economia dell'Università Bicocca di Milano e infine, Alice Ratti, attualmente studentessa dell'Università Cattolica di Milano e assente al momento dell'assegnazione.

STUDIO COMMERCIALISTI CERCA COLLABORATORE

5 ore 15 min fa
Studio DOTTORI COMMERCIALISTI in espansione (Zona Casatenovo-Barzanò-Meratese), cerca collaboratore/dipendente da inserire nella propria struttura.E' requisito preferenziale aver maturato esperienza in studi professionali.Ambiente di lavoro con ottimi rapporti interpersonali.Inviare mail con curriculum dettagliato a: smartphone1965@live.com

Molteno: calendario di eventi del comine in vista di Natale

6 ore 4 min fa
Programma corposo a Molteno per le iniziative di dicembre, in vista del Natale. Si comincerà venerdì 6 dicembre con la cena per i volontari comunali presso la mensa della scuola primaria. Domenica 8 dicembre, invece, dalle 10.30, ci sarà l'addobbo dell'albero di Natale in piazza Risorgimento con le palline realizzate dai bambini della primaria. Da martedì 2 dicembre a domenica 8, inoltre, ci sarà la mostra del libro per bambini e ragazzi, con staffetta di letture e laboratorio creativo a cura delle volontarie del gruppo "Nati per leggere".Nel pomeriggio di sabato 14 dicembre, l'amministrazione comunale propone un giocone nel Parco di Villa Rosa per famiglie e bambini, organizzato grazie alla collaborazione del gruppo animatori dell'Oratorio di Molteno, che per la prima volta collaboreranno con il comune per la proposta di un'iniziativa natalizia alternativa. "Si tratterà di una sorta di caccia al tesoro itinerante a squadre, che si concluderà con una merenda offerta dagli esercizi commerciali del paese, che ringraziamo per la rinnovata disponibilità e grande collaborazione" ha spiegato l'assessore a cultura e biblioteca Sara Brenna. Nello stesso pomeriggio in sala consiliare verranno esposti i lavori dei partecipanti al concorso Molteno's Corners - Sguardi sul nostro paese (gli stessi che i moltenesi troveranno nel calendario 2020 donato dall'Amministrazione Comunale) e i lavori realizzati dai bambini iscritti al corso di fumetto, ormai concluso, tenuto presso la sala consiliare dal docente, fumettista e illustratore Luca Galimberti, un corso che ha registrato il tutto esaurito.Domenica 15 dicembre sono invece in programma i mercatini delle associazioni e degli artigiani tra piazza Risorgimento e via Roma, dalle 8.30 alle 17.30. Alle 16.30, nel salone dell'oratorio, alle 16.30, ci sarà il concerto di Natale del corpo musicale Santa Cecilia a cui seguirà il concertino della Junior Band. Per tutta la durata dei mercatini, poi, la Protezione Civile sarà nell'atrio di ingresso della scuola primaria con un angolo dedicato per proiettare le foto dei loro interventi e mostrare a famiglie e bambini le loro attività.È fissata per sabato 21 dicembre, alle 20.30, la serata di consegna dei premi di studio agli studenti meritevoli, durante la quale verranno premiati anche i partecipanti al concorso Molteno's Corners. Per i più piccoli è invece prevista la consegna dei doni da Babbo Natale nel pomeriggio di sabato 24 dicembre, evento che viene realizzato, ormai da qualche anno, con la collaborazione del gruppo Amici di Molteno, che sta allestendo proprio in questi giorni una bellissima slitta. I genitori interessati potranno consegnare i doni (con indicati nome e cognome dei destinatari) entro sabato 21 dicembre presso il comune o la biblioteca, nei consueti orari di apertura al pubblico. Durante il mese di dicembre verranno inoltre consegnati agli ultraottantenni i doni da parte dell'Amministrazione Comunale. Infine, sabato 4 gennaio 2020 nella chiesa parrocchiale di San Giorgio, alle 20.45, in collaborazione con la comunità pastorale dei santi Martino e Benedetto, si terrà il concerto "O magnum Mysterium" del coro Clara Wieck diretto da Stefano Stefanoni.

Poste Italiane: avviato in provincia il progetto "Etichetta la cassetta"

6 ore 9 min fa
E' stata avviata in provincia di Lecco la nuova iniziativa di Poste Italiane "Etichetta la cassetta". Coinvolti nella campagna i Comuni di Lecco, Barzanò, Dervio, Merate e Valmadrera oltre ad altri 62 piccoli Comuni sotto i 5.000 abitanti dove i cittadini con cassetta "anonima" stanno ricevendo, in queste settimane, una comunicazione da parte dell'Azienda che li invita ad apporre le etichette con il proprio nome e cognome sulle cassette domiciliari e sul citofono condominiale. Le etichette da utilizzare, a strappo e adesive, sono state incluse gratuitamente nella lettera di avviso.Può avvenire infatti che, nonostante l'efficienza del servizio di smistamento della corrispondenza, la consegna finale sia resa oggettivamente impossibile da un piccolo elemento, all'apparenza poco significativo, ma determinante: l'assenza del nome e cognome dei cittadini sul citofono o nella cassetta delle lettere, il che non permette la corretta identificazione del destinatario della corrispondenza. Poste Italiane, da sempre attenta a migliorare la qualità del proprio servizio nei confronti della popolazione su tutto il territorio nazionale e convinta che il miglioramento costante della qualità di prodotti e servizi offerti sia un elemento centrale della propria strategia, ha quindi deciso di intervenire interessando direttamente i cittadini e donando loro le etichette per farsi identificare e rendere così più agevole il lavoro quotidiano del portalettere. Particolarmente interessati da questa operazione sono i comuni con meno di 5.000 abitanti, un segmento significativo di popolazione a cui Poste Italiane sta dedicando ormai da due anni una particolare attenzione, per accompagnarne la riqualificazione e lo sviluppo sostenibile, come sottolineato dall'Amministratore Delegato Matteo Del Fante durante il recente incontro Sindaci d'Italia che si è svolto il 28 ottobre scorso a Roma. Attraverso il progetto "Etichetta la cassetta", i cittadini sono invitati anche a comunicare l'indirizzo aggiornato ai propri mittenti abituali, in particolare i fornitori delle utenze, altro elemento che spesso complica il servizio di recapito. Inoltre l'Azienda ha avviato un percorso di collaborazione con le istituzioni locali in ottica di una reciproca e positiva condivisione per intervenire sulla toponomastica, perché la corretta esposizione delle vie e dei numeri civici contribuisce a rendere efficace il servizio, soprattutto nei territori periferici.

Oggiono: il nipote di Vittorio Bachelet ospite dell'istituto superiore

Gio, 05/12/2019 - 18:45
Vittorio Bachelet venne assassinato dalla Brigate Rosse il 12 febbraio del 1980. L'omicidio avvenne all'università Sapienza di Roma, al termine di una lezione che il professore aveva appena tenuto. Al suo fianco, nel momento dell'agguato, vi era Rosy Bindi, all'epoca giovane assistente universitaria. Oggi, in tutta Italia, sono molte le strutture pubbliche, le strade e le scuole che portano il nome di Vittorio Bachelet. Intitolate alla memoria del giurista e membro del Consiglio Superiore della Magistratura ucciso al culmine degli anni del terrorismo.La dirigente Anna Panzeri con Vittorio BacheletFra queste strutture vi è l'Istituto secondario di Oggiono: "il Bachelet" come viene chiamato dagli oggionesi. In visita presso la scuola, nella mattinata di giovedì 5 dicembre, si è recato un altro Vittorio Bachelet: il nipote del giurista assassinato Roma.Vittorio, che porta lo stesso nome del nonno, è il figlio di Giovanni Bachelet. Quel Giovanni che, durante i funerali del padre, poco distante dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini e dal Presidente del Consiglio Francesco Cossiga, pronunciò un discorso che terminò con l'invito a pregare anche per gli assassini del padre. «Senza nulla togliere - disse Giovanni Bachelet - alla giustizia che deve trionfare, sulle nostre bocche ci sia sempre il perdono e mai la vendetta, sempre la vita e mai la richiesta della morte degli altri».Pagine di storia, quelle degli anni del terrorismo e della strategia della tensione, fra le più controverse e dibattute della storia italiana. Eventi che gli studenti del Bachelet di Oggiono hanno avuto l'occasione si sentirli raccontati direttamente dal nipote del giurista a cui è intitolata la loro scuola. Senza infilarsi negli anfratti più spigolosi della storia d'Italia, Vittorio ha spiegato la figura del nonno ripercorrendo le sue vicende personali, e della sua famiglia, che lo ha portato a diventare uno dei giuristi più noti a livello nazionale.Fra queste vicende vi sono anche le difficili questioni che si è trovato ad affrontare nelle vesti di vicepresidente del Csm, nel quale era stato eletto nel '76: la riforma della giustizia e la lotta al terrorismo. Erano anni in cui la tensione sociale e il terrorismo avevano da poco raggiunto il suo culmine con l'assassinio del presidente Aldo Moro, avvenuto nel maggio '78, di cui Bachelet era amico. Prima del presidente della Dc erano già stati colpiti altri giuristi, con il sequestro di Mario Sossi e l'assassinio del giudice Francesco Coco, i cui esecutori non sono stati ancora oggi definitivamente identificati.Il terrorismo è stata una sfida a cui il giurista ha voluto far fronte rispondendo con gli ideali democratici. «Bachelet- ha ricordato il nipote Vittorio - era convito che le sfide poste alla democrazia, come il terrorismo, si dovevano vincere con la democrazia».L'invito, che Vittorio ha rivolto a tutti gli studenti, è stato quello di «approfondire» questi eventi e queste pagine di storia.

Cassago: l'8 concerto in chiesa della corale polifonica

Gio, 05/12/2019 - 18:30
Interessante appuntamento natalizio, quello in programma domenica 8 dicembre nella chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo e Brigida di Cassago, con inizio alle ore 15.30. Ad esibirsi sarà la corale polifonica della parrocchia. Ingresso libero.

Casatenovo: il 15 torna la corsa ''A un passo dal Natale''

Gio, 05/12/2019 - 18:19
Torna domenica 15 dicembre la camminata non competitiva "A un passo dal Natale" organizzata dall'Associazione Sportiva Dilettantistica For-CRI e giunta quest'anno alla ottava edizione. Il ritrovo della camminata aperta a tutti (tre percorsi di 7, 14 e 21 km sulle strade e i sentieri brianzoli) è presso l'Oratorio di Casatenovo in Via San Giorgio (dietro la Chiesa). La partenza (iscrizione dei singoli e il ritiro delle prenotazioni dei gruppi che termina alle ore 22:00 di Sabato 14 dicembre) è prevista dalle 7:30 fino alle 9:00. Lungo i percorsi e all'arrivo sono previsti punti di ristoro e al termine della manifestazione è prevista la premiazione per i gruppi più numerosi (minimo 15 partecipanti). La quota di partecipazione è pari a 3 euro (2,5 euro per i tesserati FIASP), ma per soli 6 euro (5,5 euro per i tesserati FIASP) i primi 700 iscritti riceveranno, come da tradizione ormai consolidata, 1Kg di ottimo riso in confezione natalizia. I proventi dell'evento, al pari di quelli derivanti dalle altre iniziative organizzate dall'ASD For-CRI, saranno devoluti al Comitato Croce Rossa Italiana di Casatenovo e ad altri Enti di Volontariato con fine umanitario, un motivo in più per partecipare alla camminata. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il responsabile della manifestazione Gianni Frasson al 340.15.28.160. Le iscrizioni dei gruppi è effettuabile (entro le ore 22:00 di Sabato 14 dicembre) tramite e-mail (gruppi@for-cri.it) o telefonicamente (Paolo Viganò 338.39.24.365). Affiliata FIASP (Federazione Italiana Amatori Sport Per tutti), l'ASD For-CRI si propone di programmare, organizzare e realizzare nonché promuovere l'attività sportiva podistica e, più in generale, tutte le attività sportive riconosciute dalla FIASP, compresa l'attività didattica rivolta a soci e tecnici sportivi. Ulteriori informazioni sull'Associazione e sulle attività ed eventi sono disponibili sul sito www.for-cri.it Tutti coloro che volessero dare il loro contributo per lo sviluppo dell'associazione casatese possono farlo inviando un'e-mail a sport@for-cri.it

Colle B.za: una cena per ringraziare i volontari

Gio, 05/12/2019 - 17:43
Una cena dedicata ai volontari di Colle Brianza. Organizzata dall'amministrazione comunale per ringraziare i molti cittadini che prestano il proprio tempo al servizio di tutta la comunità, la serata si è svolta lo scorso venerdì 29 novembre presso la scuola materna Cardinal Schuster.Al microfono il sindaco Tiziana Galbusera durante la consegna degli attestati di ringraziamentoUn centinaio le persone che hanno partecipato all'evento. Molti gli attesti di ringraziamento consegnati ai volontari che, durante l'anno e in diverse situazioni, aiutano l'amministrazione comunale nello svolgere i compiti più disparati. Dalla biblioteca al trasporto degli anziani, dall'assistenza agli alunni fuori da scuola all'impegno nelle fila della Protezione Civile. Chi garantendo la propria presenza e disponibilità come singolo cittadino privato, molti attivandosi attraverso le associazioni presenti in paese.Proprio come segno di riconoscimento per il lavoro svolto, a fianco del comune, i consiglieri di maggioranza di «Uniti per Colle», grembiuli alla mano, hanno servito la cena ai volontari durante tutta la serata.«Il valore del volontariato e delle associazioni presenti sul nostro territorio - ha dichiarato Tiziana Galbusera, sindaco di Colle Brianza - è fondamentale per intraprendere e per proseguire le tante iniziative» .Il gruppo dei consiglieri e assessori di maggioranza che hanno servito la cenaIl sindaco ha rivolto un ringraziamento speciale al signor Carlo Biffi - ex vicesindaco per quarant'anni impegnato come amministratore comunale - ancora oggi sempre disponibile ad aiutare l'amministrazione sul territorio. Un ringraziamento particolare è stato rivolto anche al signor Giovanni Montanelli impegnato nella manutenzione presso l'area cimiteriale.Il primo cittadino ha ringraziato anche il parroco Don Alberto per l'ospitalità della serata e i volontari della Parrocchia per il prezioso lavoro svolto.Ringrazianti anche i gruppi e le associazioni più attive a Colle Brianza: gli alpini, il gruppo sportivo, il PST, il gruppo di "Camminare all'imbrunire", l'associazione "Sburollati", il gruppo di Giovenzana, Federcaccia e Libera Caccia.Alla serata erano presenti anche l'ex Sindaco Marco Manzoni e l'attuale gruppo di minoranza «Riorganizziamo Colle» che ha apprezzato con favore l'iniziativa.«Siete una preziosa disponibilità per noi - ha spiegato il primo cittadino Tiziana Galbusera - un patrimonio straordinario che dobbiamo conservare con orgoglio. Con questa cena abbiamo voluto fare qualcosa di concreto e non limitarci a dire solo grazie e siamo felici di vedervi qui, siete una grande squadra!»

Cremella a Teatro: il 7 nuovo spettacolo in sala civica

Gio, 05/12/2019 - 17:28
Penultimo appuntamento del "Cremella a Teatro Festival": sul palco "I Fuoriscena". È in programma per sabato 7 dicembre il terzo appuntamento della prima rassegna teatrale nella Sala Giovanni Paolo II.Ad esibirsi saranno "I Fuoriscena", giovanissima compagnia di Lesmo (tutti i componenti hanno età comprese tra i 19 e i 25 anni), che proporrà al pubblico "Civico 18": lo spettacolo è nato dal film "Il condominio dei cuori infranti" di Samuel Bencherit e ha debuttato l'1 giugno 2019 al cine teatro piccolo di Lesmo.Civico 18 è un titolo che indica allo spettatore niente più che un luogo. Un luogo in cui ad ogni replica prendono vita personaggi "tridimensionali" e in cui avvengono incontri paradossali. Cos'hanno in comune un'attrice che si sente fallita e un ragazzino senza peli sulla lingua? Cosa accade in un tranquillo ospedale di periferia durante la notte? Quanto è buona la pasta agli champignons con il ketchup?Appuntamento sabato 7 dicembre alle ore 21.Biglietti d'ingresso (7€ intero, 5€ ridotto) prenotabili a info@atongasound.com - 3333573927

Bosisio, La Nostra Famiglia: progetto per 30 bambini che faranno scuole di calcio e basket

Gio, 05/12/2019 - 17:15
Ben 30 atleti con disabilità intellettivo relazionale prenderanno parte a una scuola calcio e basket a La Nostra Famiglia di Bosisio Parini. Presso la palestra di via don Luigi Monza, questa mattina, giovedì 5 novembre, è stato infatti presentato il progetto "Briantea84 Academy", nato grazie alla collaborazione tra Briantea84, associazione d'eccellenza nello sviluppo e nella promozione dello sport paralimpico, e La Nostra Famiglia, uno tra i principali istituti in Italia per la cura e la riabilitazione delle persone con disabilità nell'età evolutiva. Il progetto è nato già nel 2011, tuttavia quest'anno vede la presenza di Juice Plus+: l'obiettivo di "Verso il Sol Levante" consiste infatti nell'incentivare la pratica sportiva tra le associazioni che operano sul territorio italiano.Il progetto coprirà l'intera stagione sportiva della Scuola Calcio e della Scuola Gioco Basket. La prima è composta da 15 atleti con disabilità intellettivo-relazionale di età compresa tra gli 8 e i 17 anni, che frequentano La Nostra Famiglia di Bosisio Parini. Lo stesso vale per i piccoli cestiti con la differenza che saranno coinvolti bambini tra i 7 e i 10 anni.Madrina della giornata è stata Arjola Dedaj, atleta della Nazionale Italiana Paralimpica di atletica leggera che, insieme al marito e guida Emanuele Di Marino, ha partecipato alle Olimpiadi di Rio nel 2016 e ha conquistato l'oro mondiale nel salto in lungo a Londra nel 2017. Ora Arjola insegue il sogno di conquistare una medaglia alle prossime Paralimpiadi di Tokyo 2020 per cui si sta qualificando: "Oggi con questa donazione abbiamo dato la possibilità ai ragazzi di avere una chance in più, non solo per partecipare a competizioni di livello ma anche e soprattutto per migliorare la qualità della vita attraverso i benefici della pratica sportiva. Sicuramente una parte fondamentale la fanno le strutture dove ci si forma e certamente Briantea84 insieme a La Nostra famiglia rappresentano davvero un'eccellenza sotto questo punto di vista, perché promuovono con passione e dedizione lo sport senza barriere, come strumento di inclusione. Auguro davvero a questi ragazzi il meglio".Le due scuole, calcio e basket, proseguiranno il loro progetto sportivo grazie alla partnership che contribuirà a tutte le necessità utili per il regolare svolgimento delle diverse attività, vale a dire allenamenti settimanali, supporto alla guida tecnica e acquisto del materiale sportivo, oltre alla realizzazione di nuove divise brandizzate Juice Plus+. Inoltre, come accaduto negli anni passati, è previsto anche un contatto con l'esterno: alcuni dei ragazzi avranno anche la possibilità di vivere in prima persona nuove esperienze, come la partecipazione a eventi e campionati Fisdir o Figc che consentiranno loro di diventare parte integrante di una delle squadre targate Briantea84, condividendo tutte le dinamiche di gruppo, dallo spogliatoio fino al campo.Durante l'evento è intervenuta anche Laura Baroffio, Responsabile Operativa di Polo alla Nostra Famiglia, che si è così espressa: "Quando pensiamo ad una pratica sportiva per bambini e ragazzi che frequentano la nostra Associazione, pensiamo allo sport come ad un percorso di crescita in cui ciascuno può sperimentare capacità e limiti, emozioni di gioia e sconfitta, con la guida di adulti che scommettono sulle loro potenzialità e che li sostengono fedelmente. Lo sport è anche opportunità, per la nostra Associazione, di stringere una buona e fruttuosa relazione di partnership con l'Associazione Briantea84, con la quale operiamo insieme già da anni per favorire percorsi di crescita e sviluppo di tanti bambini e ragazzi".All'inaugurazione era presente anche Alfredo Marson Presidente di Briantea84: "Per noi tutto questo è qualcosa di grandioso, ci crediamo molto e vorremmo fare scuola, essere d'esempio. Il nostro entusiasmo è condiviso da chi quotidianamente si spende per questa causa. In questi anni si sono visti grandi risultati: gli atleti sono cresciuti molto, hanno raggiunto degli obiettivi incredibili. Il percorso di maturazione è stato netto, abbiamo una grande voglia di diffondere questa realtà per raggiungere più persone possibili".Un ruolo fondamentale nell'iniziativa è stato svolto da Fondazione Candido Cannavò per lo Sport che, attraverso il proprio direttore Franco Arturi, ha consentito di far conoscere a Juice Plus+ la realtà di Briantea84: "Il nostro obiettivo è quello di fare rete per raggiungere il maggior numero di persone che possano essere coinvolte dal nostro entusiasmo. Questo nuovo accordo è esemplare".Fabio Fiorellino, Regional Director, Southern Europe di Juice Plus+ ha infine dichiarato: "Abbiamo scelto di comunicare attraverso lo sport perché l'impegno, la lealtà, il rispetto e il miglioramento di sé sono valori in cui Juice Plus+ si riconosce. Il sostegno a Briantea84 ed all'Istituto La Nostra Famiglia nasce dalla volontà di lasciare un segno tangibile e di essere attiva sul territorio."L'evento si è concluso con la visione degli allenamenti dei ragazzi delle due squadre della scuola Calcio e della scuola Gioco Basket.

Maresso: accertamenti di Vvf e carabinieri in Via Manzoni ad un mese dall'esplosione

Gio, 05/12/2019 - 16:20
A distanza di poco più di un mese dall'esplosione (conseguente ad una fuga di gas) che ha interessato la porzione di edificio residenziale situata tra Via Manzoni e Via don Biffi, questa mattina vigili del fuoco e carabinieri sono tornati a Maresso di Missaglia per un sopralluogo. Il sopralluogo di questa mattina a Maresso di MissagliaUn accertamento tecnico irripetibile richiesto dalla Procura per fare piena luce sulle cause che lo scorso 1 novembre hanno provocato la violenta deflagrazione e un parziale cedimento dell'immobile occupato da alcune famiglie, costrette a lasciare i propri alloggi dichiarati inagibili. Sull'incidente avvenuto a Missaglia il sostituto procuratore Giulia Angeleri ha infatti aperto un fascicolo d'indagine; l'ipotesi di reato è crollo di costruzioni o altri disastri dolosi, secondo quanto previsto dall'articolo 434 del codice penale. Da oltre un mese l'area risulta infatti transennata e parte dell'immobile sottoposto a sequestro penale dai carabinieri della stazione di Casatenovo, che sull'episodio verificatosi giovedì sera stanno effettuando le indagini del caso in collaborazione con i vigili del fuoco. Il nodo da sciogliere riguarda infatti le cause che hanno provocato la deflagrazione, udita a centinaia di metri di distanza, alla quale ha fatto seguito un parziale cedimento dell'immobile, dove si sono aperte delle vistose crepe, o meglio delle vere e proprie ''fratture''. Per fortuna in quegli istanti non stava passando nessuno, nè in auto, nè a piedi: le conseguenze avrebbero potuto essere davvero gravi, a giudicare dai detriti e dalla porta blindata dell'appartamento nel quale si è registrato lo scoppio, scagliata a diversi metri di distanza.Un paio di immagini scattate la sera del 1°novembre scorso, poco dopo lo scoppioQuesta mattina vigili del fuoco di Lecco e Merate (col supporto del nucleo investigativo antincendi di Milano) e carabinieri si sono intrattenuti a lungo in Via Manzoni per effettuare tutti gli accertamenti del caso; una presenza massiccia la loro che non è passata inosservata ai residenti e ai numerosi automobilisti in transito in quelle ore. Presenti anche gli agenti di polizia locale, l'assessore a edilizia privata e lavori pubblici Paolo Redaelli, l'avvocato Simona Crippa che tutela gli interessi di alcuni dei residenti ''sfollati'' e il difensore che assiste d'ufficio l'unica persona rimasta ferita nello scoppio, ovvero il 48enne che occupava l'alloggio al momento dell'incidente. L'uomo - che dopo un periodo trascorso all'ospedale Niguarda di Milano per la cura delle ustioni rimediate nell'incidente si trova ora ricoverato al Mandic di Merate - è stato infatti iscritto nel registro degli indagati quale atto dovuto. Gli accertamenti effettuati quest'oggi saranno fondamentali per stabilire se lo scoppio sia stato provocato in maniera volontaria o se al contrario si sia trattato di un incidente.

Nibionno: 81enne accusa un malore in strada. Portato al PS

Gio, 05/12/2019 - 15:11
E' stato colto da infarto e trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Manzoni di Lecco in codice rosso - quindi in condizioni di estrema gravità - l'81enne che questa mattina si trovava lungo la SP342 a Nibionno, non lontano dal supermercato Sigma.L'anziano ha accusato un malore improvviso mentre si trovava in via Manzoni, e si è accasciato a terra. Sul posto si sono portate un'autoambulanza e un'automedica che hanno prestato le prime cure del caso all'anziano, poi trasferito in codice rosso al Fatebenefratelli di Erba.

Bulciago: l'11 incontro sulla strage di Piazza Fontana con Villa Greppi

Gio, 05/12/2019 - 12:52
Davide ContiLa strage di Piazza Fontana a Milano del 12 dicembre 1969 ha segnato l'avvio della "strategia della tensione" in Italia, comunicando esplicitamente alle nuove generazioni di studenti ed operai, che avevano fatto il loro ingresso nella sfera pubblica e nella politica durante il biennio 1968-1969, il carattere dello scontro in atto e della "democrazia bloccata" italiana. A cinquant'anni esatti da quell'evento, il Consorzio Brianteo Villa Greppi organizza un incontro con lo storico romano Davide Conti, consulente dell'Archivio Storico del Senato della Repubblica che sarà a Bulciago (nella Sala Conferenze Sandro Pertini) il prossimo mercoledì 11 dicembre alle 21.Coautore insieme ad altri storici italiani del nuovissimo volume Dopo le bombe. Piazza Fontana e l'uso pubblico della storia (Mimesis Edizioni), consulente della Procura di Bologna e in passato collaboratore della Procura di Brescia, Conti sarà infatti protagonista della conferenza dal titolo "L'Italia di Piazza Fontana". Un appuntamento, questo, curato dal consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco e che porta nuovamente in Brianza lo storico romano, in passato già ospite dei "Percorsi nella Memoria" del Consorzio per presentare il suo libro Gli uomini di Mussolini. Prefetti, questori e criminali di guerra dal fascismo alla Repubblica italiana.«Approfondire gli accadimenti più rilevanti, seppur in alcuni casi tragici, della Storia del nostro Paese - commenta Marta Comi, Presidente del Consorzio Villa Greppi - è un modo per aiutarci a capire meglio il presente e i fenomeni storici in generale. Un compito, questo, che il Consorzio svolge a servizio del territorio su molti fronti, con ospiti e relatori di rilievo che permettono di interrogarci sulle dinamiche sociali, politiche, economiche, giudiziarie che spesso non emergono dai resoconti giornalistici ma che possono offrire nuove chiavi di lettura anche per il presente».«Negli ultimi anni - spiega il consulente storico Frisco - il Consorzio Villa Greppi sta sempre più estendendo la sua ricca programmazione anche alla Storia, organizzando, in occasione di importanti ricorrenze e nell'ambito del progetto Voci della Storia, incontri ed eventi finalizzati non solo a ricordare il passato, ma anche a interpretare il nostro presente. Dopo aver abbondantemente approfondito, tra ottobre e novembre, i trent'anni dalla caduta del Muro di Berlino, questa volta ci concentriamo su un fatto italiano di cui ricorre il cinquantenario: un evento - conclude - che ha segnato l'inizio degli Anni di Piombo e, più in generale, la storia recente del nostro Paese».Per ulteriori informazioni: Consorzio Brianteo Villa Greppi | info@villagreppi.it | tel. 039 9207160 | www.villagreppi.it

Barzanò: mercatino natalizio e apertura del presepe all'asilo il 7

Gio, 05/12/2019 - 12:46
Quella di sabato 7 dicembre sarà una giornata speciale per la scuola materna Primavera di Barzanò. Sarà infatti allestito un banchetto presso la Peregolibri di Via dei Mille dove sarà possibile - sia la mattina dalle 9,00 alle 12,00 sia il pomeriggio dalle 15 alle 18 - acquistare stelle di Natale e tanti altri prodotti, il cui ricavato servirà a sostenere la quotidiana attività della struttura scolastica. Nel pomeriggio invece, dalle ore 14 alle 18, porte aperte all'asilo per ammirare la bellezza del presepe realizzato dai papà dei piccoli iscritti e degli addobbi creati dai bambini con l'aiuto delle loro insegnanti e dei genitori. Una sorpresa da non perdere, una meraviglia da ammirare.

Monticello: Fiat 500 finisce contro il muro, ferita una donna di 36 anni

Gio, 05/12/2019 - 12:36
Si è risolto fortunatamente senza gravi conseguenze l'incidente stradale verificatosi poco dopo le 11.30 di questa mattina a Monticello, all'incrocio fra Via Bocconi e Via Jacopo della Quercia. Coinvolta una Fiat 500 di colore bianco alla guida della quale vi era una donna di 36 anni, poi trasportata in codice giallo - dunque in condizioni di media gravità - all'ospedale. La dinamica è ancora al vaglio della polizia locale presente sul posto per i rilievi del caso e per regolare il traffico, ma secondo le prime informazioni raccolte, l'utilitaria che proveniva da Via della Quercia (zona baita alpini) non avrebbe rispettato lo stop, finendo contro il muretto e la cartellonistica stradale. Alla base dell'incidente potrebbe esserci il malfunzionamento del sistema frenante con la conducente impossibilitata ad arrestare la marcia della vettura. Per fortuna in quel momento non stava transitando alcun veicolo lungo Via Bocconi, altrimenti le conseguenze avrebbero potuto farsi più serie.

Pagine