Tu sei qui

CasateOnLine

Abbonamento a feed CasateOnLine
Casate Online
Aggiornato: 5 ore 19 min fa

Cassago: scivola con la moto, trauma alla testa per un 58enne

Mer, 26/06/2019 - 19:39
Un centauro di 58 anni è rimasto ferito nel tardo pomeriggio di oggi a seguito di una caduta da moto avvenuta a Cassago, alla rotatoria tra Via Nazario Sauro e Via Tremoncino.L'uomo si trovava all'interno della rotonda quando, forse alla vista di una Renault Clio che si stava immettendo, ha perso il controllo della moto, temendo probabilmente uno scontro, ed è scivolato a terra.I due mezzi non si sono scontrati ma nella caduta il motociclista ha riportato un trauma alla testa che ha fatto accorrere sul posto i sanitari.Dopo i primi accertamenti l'uomo è stato trasportato in ospedale in codice giallo, dunque di media gravità. I rilievi del sinistro sono ora affidati ai carabinieri della stazione di Cremella.

Barzanò: schiamazzi notturni e abbandono di rifiuti. Vendita di alcolici vietata dopo le 20

Mer, 26/06/2019 - 18:36
Il sindaco Giancarlo AldeghiDivieto di vendita - per l'asporto - di bevande alcoliche nelle ore serali, dalle ore 20 e fino alle 6 del mattino. E' il contenuto dell'ordinanza firmata dal sindaco di Barzanò, Giancarlo Aldeghi, in vigore a partire da quest'oggi e sino al 26 agosto, che punta a ridurre il fenomeno degli schiamazzi serali nelle aree pubbliche e dell'abbandono di rifiuti.Da tempo infatti si susseguono segnalazioni - alla polizia locale così come ai carabinieri di Cremella, competenti per territorio - per il verificarsi di comportamenti a volte aggressivi, spesso determinati dall'abuso di bevande alcooliche, che - come si legge nell'ordinanza - ''ingenerano senso di insicurezza nei cittadini e limitano le esigenze di tutela, riposo e tranquillità dei residenti nelle aree interessate''.Al consumo di queste bevande consegue il verificarsi di fenomeni di degrado urbano derivanti dall'abbandono indiscriminato di bottiglie in vetro, lattine e svariati contenitori vuoti. Ne sono un esempio la Piazza Mercato, o il Parco Mézières solo per citare due aree sensibili a questa problematica, con l'impossibilità per i bambini di fruire degli spazi gioco stante la presenza di rifiuti e cocci di vetro e i continui passaggi degli operatori ecologici per svolgere l'ordinaria pulizia dei luoghi.Per questa ragione il Comune barzanese ha deciso di prendere immediati provvedimenti, disponendo l'assoluto divieto - per gli esercizi di vicinato, medie strutture di distribuzione, pizzerie e gastronomie d'asporto su tutto il territorio comunale - di vendere per l'asporto e per il consumo immediato bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in qualsiasi contenitore in aree pubbliche e/o private aperte al pubblico passaggio, dalle ore 20 alle ore 6, escluso le aree di consumo dei pubblici esercizi autorizzati dove sono consentiti la somministrazione al pubblico ed il consumo con il servizio al tavolo o durante le manifestazioni organizzate ed autorizzate dall'amministrazione comunale.In sostanza si potranno consumare alcolici soltanto nei bar e nei locali pubblici che dispongono di spazi per il consumo; assolutamente vietato il take-away serale, anche dal supermercato.E' vietato anche abbandonare bottiglie di vetro, lattine e/o altri contenitori vari al fine di inficiare il decoro urbano e l'incolumità dei cittadini. La violazione dell'ordinanza comporta l'applicazione delle sanzioni amministrative previste, con un importo compreso tra i 25 e i 500 euro, fatte salve, inoltre, eventuali e ulteriori sanzioni penali e amministrative disposte dalla Legge 689/1981 e/o dalle vigenti disposizioni in materia. A questo proposito il sindaco ha annunciato mirati controlli da parte della polizia locale e in caso di necessità anche dei carabinieri ai quali è stato inviato per conoscenza il testo dell'ordinanza comunale.

Alpini: Ferrari, orgogliosi per ok a pdl Giornata memoria

Mer, 26/06/2019 - 18:01
"L'approvazione all'unanimità della pdl istitutiva della Giornata nazionale della memoria e del sacrificio alpino è una bella pagina scritta dalla Camera. Siamo orgogliosi di aver proposto un'iniziativa legislativa che rende onore al valore e al sacrificio di un Corpo militare da sempre riferimento autorevole per le popolazioni del nostro Paese. Quella delle Penne nere è una specialità da subito divenuta l'orgoglio delle genti di montagna e delle valli, che l'hanno alimentata con la loro migliore gioventù. Confidiamo in tempi brevi al Senato affinché il provvedimento diventi legge istituendo definitivamente il 26 gennaio come data con cui commemorare tutto il loro valore e spirito di sacrifico". Così il deputato Roberto Paolo Ferrari, capogruppo della Lega in Commissione Difesa di Montecitorio e relatore in Aula del provvedimento approvato.

Missaglia, Via Garibaldi: l'asfalto diventerà rosso dopo la lucidatura

Mer, 26/06/2019 - 17:28
Un'immagine scattata in questi giorni in Via GaribaldiAsfalto nero...no, rosso! A chiarire i dubbi che riguardano Via Garibaldi - la strada che attraversa il centro missagliese dal Belgiglio fino a Piazza Libertà - è stato l'assessore ai lavori pubblici Paolo Redaelli, precisando che a breve la strada riguadagnerà il tradizionale colore rossastro, esattamente come appariva prima dei lavori di asfaltatura portati avanti la scorsa settimana. ''E' stato utilizzato un asfalto che presenta al suo interno del porfido tritato. Entro due settimane sarà effettuata la lucidatura del manto stradale e a quel punto tornerà ben evidente il rosso al posto del nero attuale'' ha spiegato Redaelli, aggiungendo che lo stesso colore sarà applicato anche nell'ultimo tratto della pista ciclopedonale Bariano-Maresso, ad opera dei privati che hanno realizzato l'opera a scomputo oneri di urbanizzazione. Non è escluso che la tipologia di asfalto utilizzata per Via Garibaldi in forma diciamo così sperimentale, possa essere poi impiegata anche per Via Merlini, l'arteria più importante del paese, i cui lavori di rifacimento del manto sono attesi in estate.

Missaglia: torna il mercatino di libri usati con FuoriClasse il 29

Mer, 26/06/2019 - 17:07
Torna anche quest'anno il mercatino dei libri usati a cura dell'associazione FuoriClasse, che ha pensato di andare incontro all'esigenza di procurarsi o vendere libri di testo di ''seconda mano'' mettendo in contatto, in modo semplice e diretto, chi ha necessità di acquistare e chi ha dei testi da vendere.L'appuntamento è per sabato 29 giugno, dalle 9.00 alle 12.00 presso la scuola media di Missaglia.Si potranno vendere i testi scolastici ancora presenti nell'elenco ufficiale fornito dalla scuola per l'anno scolastico 2019/2020 oltre a libri di letteratura, romanzi, fumetti, vocabolari, etc. il tutto ad un prezzo non superiore alla metà del prezzo di copertina.Il servizio è offerto gratuitamente a chiunque voglia aderire. Per ragioni organizzative per i venditori è necessario prenotarsi entro e non oltre il 27 giugno tramite il semplice form che trovate qui.

Cortenuova: palloncino ''liberato'' alla festa dell'asilo raggiunge una vetta a...3115 metri

Mer, 26/06/2019 - 16:10
Una bella sorpresa per la scuola materna e centro prima infanzia Scoiattolo Rosso di Cortenuova. Nei giorni scorsi infatti, insegnanti e alunni della struttura monticellese situata a pochi passi dalla chiesa del SS Redentore, hanno ricevuto un regalo inaspettato: una lettera firmata da Silvia. E' stata proprio lei infatti, a rinvenire durante un'escursione in montagna i resti di uno dei palloncini che a inizio giugno, in occasione della festa di fine anno scolastico, i bimbi dell'asilo avevano liberato nell'aria. Una bellissima sorpresa per i piccoli monticellesi.Un'immagine della festa di fine anno e dei palloncini liberati in cieloIl bigliettino era sepolto nella neve sulle montagne di Cima Salimmo, gruppo dell'Adamello, a 3115 metri di altezza. ''Il viaggio dei vostri palloncini è iniziato il giorno della festa di fine anno scolastico ed è bello pensare al loro lungo tragitto, spinti dal vento...e questo è arrivato fin quassù in quota, adagiandosi sulla neve....'' si legge nella lettera mandata da Silvia, insegnante di scuola dell'infanzia (per una curiosa coincidenza). ''La scuola sta per finire quindi ho pensato di inviarvi una mail con l'immagine del biglietto e una foto del luogo scattata stamattina. Gli agenti atmosferici hanno deteriorato il biglietto e cancellato il nome del bambino, leggermente visibile al computer''. L'immagine del luogo in cui è stato rinvenuto il palloncino e la lettera inviata da SilviaIl palloncino, liberato nell'aria a Cortenuova di Monticello nelle scorse settimane - più precisamente sabato 8 giugno - ha viaggiato nel cielo per parecchie decine di chilometri, atterrando appunto sulle cime delle alpi bresciane. Un fantastico modo per festeggiare la chiusura dell'anno scolastico: la struttura di Cortenuova chiuderà infatti i battenti venerdì 28 giugno per riprendere la propria apprezzata attività a settembre.

Annone: SS36 chiusa per prove di carico al ponte nella notte tra il 27 e il 28

Mer, 26/06/2019 - 14:41
Anas ha programmato le prove di carico sul nuovo cavalcavia di Annone Brianza, lungo la statale 36 "del Lago di Como e dello Spluga", in provincia di Lecco.Per consentire l'esecuzione in piena sicurezza delle operazioni, è stata disposta la chiusura temporanea al transito di entrambe le carreggiate in corrispondenza del cavalcavia, al km 41,200, dalle 22:00 di domani, giovedì 27 giugno, alle 5:00 di venerdì 28 giugno, con indirizzamento della viabilità sulla rete locale.Durante la chiusura il traffico in direzione sud (Milano) sarà deviato in uscita allo svincolo di Como/Erba, al km 43,350, con proseguimento su Via Borima, nel comune di Suello, e sulla provinciale 639 fino all'incrocio con Via De Gasperi /SP 49 e successivo rientro sulla statale 36 allo svincolo di Annone Brianza/Cesana Brianza, al km 40,950.Il percorso alternativo per il traffico in direzione nord (Lecco) prevede, per i veicoli con peso superiore alle 7,5 tonnellate, l'uscita dalla statale 36 allo svincolo di Nibionno, al km 33, con proseguimento sulla statale 342 "Briantea" fino all'innesto con la provinciale 51 ad Oggiono e rientro sulla 36 allo svincolo di Oggiono/Galbiate/Valmadrera, al km 45,550. Una seconda opzione di uscita per i mezzi pesanti diretti a nord è prevista allo svincolo di Sirone/Molteno/Rogeno, al km 37, con indirizzamento sulle provinciali 49 e 51 (Oggiono), fino al rientro sulla 36 allo svincolo di Oggiono/Galbiate/Valmadrera, al km 45,550. Una terza possibilità, sempre per i mezzi pesanti, è costituita dall'uscita allo svincolo di Bosisio/Pusiano, al km 39,200, con inversione di marcia sulla stessa SS36 in direzione Milano e proseguimento lungo i due percorsi alternativi citati precedentemente.I veicoli con peso inferiore alle 7,5 tonnellate potranno uscire allo svincolo di Annone Brianza, al km 40,900, e proseguire sulle provinciali 49 e 51, a Oggiono, fino al rientro sulla statale 36 allo svincolo di Oggiono/Galbiate/Valmadrera, al km 45,550.Sono stati inoltre riprogrammati i lavori di manutenzione periodica ordinaria degli impianti tecnologici all'interno delle gallerie lungo la statale 36 "del Lago di Como e dello Spluga". Le limitazioni saranno attive nel solo orario notturno 22 - 05.La carreggiata in direzione nord sarà chiusa tra il km 75,350 (svincolo di Bellano) e il km 92,400 (svincolo Trivio di Fuentes), dalle ore 22:00 di oggi, mercoledì 26 giugno, alle ore 5 di domani, giovedì 27 giugno 2019.La carreggiata sud, in direzione Milano, sarà chiusa tra il km 92,400 (svincolo Trivio di Fuentes) ed il km 75,350 (svincolo di Bellano), nei territori comunali di Colico, Dorio, Dervio e Bellano (LC), dalle ore 22:00 del 27 giugno alle ore 5 del 28 giugno 2019.Durante la chiusura la circolazione sarà indirizzata sulla viabilità locale.Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione "VAI" di Anas, disponibile gratuitamente in "App store" e in "Play store". Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800.841.148.

Costa: il 26 concerto al Costa forum

Mer, 26/06/2019 - 12:55
Il coro Travirgolette di Costa Masnaga e il gruppo vocale Amygdala di Monza si uniranno per un concerto benefico che si terrà mercoledì 26 giugno alle 20.45 in piazza Confalonieri, nella sala musica del Costaforum. L'evento servirà a sostenere Soleterre onlus e il centro di Vulnologia degli istituti clinici Zucchi di Monza nella loro missione di interventi sanitari in Uganda.

Omissione di soccorso in zona Erba. Il racconto delle vittime

Mer, 26/06/2019 - 12:43
A seguito di alcuni episodi di omissione di soccorso dopo incidenti stradali avvenuti nel nostro territorio e raccontati nelle scorse settimane (clicca qui o qui), ci è giunta la segnalazione di analoghi fatti registratisi in zona Erba. Qui un gruppo di ragazzi giovani, tra cui alcuni minorenni, sono riusciti ad evitare conseguenze potenzialmente serie dopo il violento schianto contro un'altra auto. Le vittime dell'accaduto si trovavano ferme allo stop in uscita sulla tangenziale dall'ex discoteca Modà - all'angolo del Bowling di Erba - e non si immaginavano che l'auto che sopraggiungeva dalla strada adiacente a velocità più che elevata li avrebbe centrati, facendogli compiere un testacoda pericoloso. Ad aggravare il mancato rispetto dei limiti di velocità, anche le condizioni del manto stradale, innevato, che ha fatto sbandare l'auto facendone perdere probabilmente il controllo al conducente. Una volta che la vettura colpita ha smesso di ruotare su se stessa dopo essere stata centrata e scaraventata dall'altro mezzo, i giovani a bordo di quest'ultima auto sono scappati senza assicurarsi che i passeggeri dell'altra vettura stessero bene, compiendo così un'omissione di soccorso. Hanno quindi abbandonato sul luogo dell'incidente la macchina, la quale è risultata comunque munita di assicurazione ma che non ha permesso ai proprietari dell'altro mezzo coinvolto di venire completamente risarciti dei danni subiti. Il conducente del veicolo colpito, la figlia e il cugino che si trovavano nei sedili posteriori ne sono usciti illesi, se non per qualche graffio o ferita superficiale, ma l'auto è rimasta completamente distrutta nella parte anteriore, dove ha subito l'urto. Il fatto è diventato rilevante proprio perché nelle ultime settimane altri episodi di questo tipo si sono registrati sempre in zona Erba ma anche nell'oggionese, con dinamiche uguali o simili. Gli autori di questi veri e propri reati potrebbero essere - stando ai racconti di testimoni o vittime - lo stesso gruppo di ragazzi, probabilmente senza documenti, che ogni volta tenta la fuga dopo aver commesso le infrazioni.

Maresso: auto abbatte un palo della pubblica illuminazione

Mer, 26/06/2019 - 11:38
Palo della pubblica illuminazione abbattuto ieri sera intorno alla mezzanotte in Via 25 Aprile a Maresso di Missaglia. Secondo le informazioni raccolte, un'auto a bordo della quale viaggiavano due ragazze sarebbe finita contro il cordolo che delimita la pista ciclopedonale dalla sede stradale. Un impatto particolarmente violento che avrebbe poi spinto il mezzo dall'altra parte della carreggiata, fino a schiantarsi contro il palo in cemento che sostiene la lanterna, abbattendolo. Nessuna conseguenza per fortuna, per le due giovani, accompagnate al pronto soccorso per accertamenti; il palo invece - finito nel giardino dell'abitazione prospiciente la sede stradale - dovrà essere rimosso.

Annone: il 27 si parlerà di Leonardo all’Ambrosiana

Mer, 26/06/2019 - 11:36
Il comune di Annone Brianza, in collaborazione con la parrocchia e la biblioteca civica, promuove un nuovo incontro culturale. Il tema sarà "Il codice atlantico di Leonardo alla biblioteca ambrosiana, storia e importanza di un capolavoro assoluto". Appuntamento per giovedì 27 giugno alle 21 alla chiesa di san Giorgio. L'evento, curato da Stefano Perego, vedrà come relatore Monsignor Marco Navoni, dottore della biblioteca ambrosiana di Milano.

Bosisio: il 30 festa per il 50°di sacerdozio di don Peppino

Mer, 26/06/2019 - 11:34
La comunità parrocchiale di Sant'Anna a Bosisio Parini si appresta a stringersi attorno al sacerdote. Don Giuseppe Farioli, da tutti chiamato affettuosamente don Peppino, celebrerà infatti il 50esimo anniversario di sacerdozio. Il programma di domenica 30 giugno prevede la messa concelebrata alle 10, cui seguirà un aperitivo offerto dalla Pro Loco e un pranzo in collaborazione con la Casupola a base di antipasti tradizionali, risotto al radicchio, pasta al salmone e Praga, fesa di tacchinella all'arancia, patate al forno, macedonia di frutta fresca, torta e, ovviamente, vino, spumante, acqua e caffè. Chi volesse partecipare dovrà dare l'adesione presso la tabaccheria Farina.

Casatenovo: comunità in festa per i sessant’anni di vita del campeggio

Mer, 26/06/2019 - 08:28
Sono - ben - sessanta le candeline da spegnere. Per il campeggio oratoriano di Casatenovo infatti, il 2019 è l'anno del sessantesimo anniversario. E i suoi fedelissimi, dai volontari ai sacerdoti e fino ai ragazzi che in questi anni hanno potuto gioire di questa esperienza, hanno voluto festeggiarlo al meglio.Don Andrea Perego durante la celebrazione liturgicaSabato sera numerosi fedeli casatesi si sono infatti ritrovati presso la chiesa di San Giorgio, per la santa messa alla presenza di diversi sacerdoti."Vogliamo ricordare il campeggio, nato in oratorio san Giorgio e oggi parte delle attività della comunità pastorale. Grazie Gesù per averci accompagnato in questa avventura, insieme a tutti i sacerdoti che hanno accettato l'invito ad essere presenti stasera". Il parroco don Antonio BonacinaSull'altare, infatti, oltre al parroco e prevosto della comunità casatese don Antonio Bonacina e al vicario per la pastorale giovanile don Andrea Perego, anche diversi preti nativi o che, nel corso degli anni, hanno prestato servizio proprio a Casatenovo: don Marco Zappa, don Enrico Castagna, don Gigi Musazzi, don Emilio Beretta, don Mario, don Matteo Vasconi e il seminarista Davide Zilioli. Presente anche suor Daniela. "Siamo contenti di essere qui numerosi a celebrare il signore Gesù", ha ricordato don Antonio, nel corso dell'omelia, salutando tutti i presenti e i religiosi. "Anche con voi sacerdoti che avete donato alcuni anni della vostra vita a questo paese, a questa gente e a questi ragazzi che forse oggi trovate uomini. E voi fedeli siete qui forse perché proprio in prima persona avete vissuto l'esperienza del campeggio, come partecipanti o come volontari. Grazie per la vostra disponibilità e generosità. O forse siete qui per testimoniare che questa comunità è viva e in ogni manifestazione che offre, come questa del campeggio, essa di ritrova e si riconosce, vedendo in essa la possibilità di esprimere ancora una volta come ci si prende cura gli uni altri, mettendo al centro la persona che cresce nella dimensione comunitaria". Un'esperienza forte che permette di creare legami, passeggiando insieme e regolando il passo gli uni con gli altri, creando comunione, ed entrando in contatto con la natura, tra paesaggi splendidi, sempre con lo sguardo fisso verso Dio: così don Antonio ha tratteggiato sessant'anni passati insieme, radunati intorno alle tende, alle pendici delle montagne. "Questa esperienza ci ha dato modo di entrare in contatto vivo e reale con la natura, in comunione profonda con il creato e con il creatore". "Diventa occasione per dire grazie a colui che ci ha dato tutto questo: ci ha arricchito di molti doni, ce li rinnova e ci stimola a conservarli per passarli alle nuove generazioni, in modo migliore di come li abbiamo ricevuti. Oggi siamo qui per dire che la nostra fede l'abbiamo ricevuta e la dobbiamo donare anche alle nuove generazioni, a chi cerca senso profondo e vero della vita". Tra le tende, infatti, ce n'è una speciale. "è quella dell'incontro con Dio, la tenda dove ci si raduna per l'Eucarestia, per fare esperienza di Dio e della sua presenza". Nel corso della celebrazione, animata dal coretto parrocchiale, alcuni ragazzi e volontari del campeggio hanno portato all'altare i doni: tra questi, anche uno zaino, come quelli indossati dai tantissimi casatesi e non che hanno avuto la possibilità di vivere questi sessant'anni di campeggio. Al termine della celebrazione, la festa è proseguita: in oratorio, infatti, tutti i fedeli hanno potuto condividere la cena, nel corso della quale sacerdoti e laici hanno potuto ricordare e rivivere alcuni momenti significativi dell'esperienza del campeggio, anche grazie a foto d'epoca e più recenti raccolte in un video. Poi, la consegna di un piccolo dono a tutti i sacerdoti e ai volontari e un ricordo a chi il Signore ha già voluto chiamare a sé. "Vogliamo conservare questi valori, far si che possano essere accolti e vissuti, portati avanti e migliorati, sempre con questo spirito di comunione che costruisce e rinsalda, perché in questa realtà di unione noi esprimiamo fino in fondo chi siamo: figli di Dio amati e creati dal Signore. Auguro a tutti di essere sempre uomini e donne di fede, che vogliono costruire nell'armonia del creato una comunione vera e profonda tra di loro e con Dio", ha concluso don Antonio.

Costa M.ga: fumo all'interno della Limonta, alcuni lavoratori intossicati

Mar, 25/06/2019 - 21:36
E' di dieci lavoratori coinvolti, alcuni dei quali rimasti lievemente intossicati, il bilancio dell'incidente verificatosi poco dopo le ore 20 di questa sera all'interno della Limonta spa di Costa Masnaga. Ancora tutta da accertare la dinamica dell'accaduto, riconducibile - a quanto sembra - ad un principio di incendio che avrebbe interessato uno dei macchinari presenti all'interno dell'azienda specializzata nella produzione e lavorazione di tessuti. Le fiamme, spente rapidamente, ma soprattutto il fumo, hanno causato i danni maggiori, con i dipendenti rimasti lievemente intossicati oltre che spaventati. Per prestare loro soccorso si è reso necessario l'intervento sul posto di diversi mezzi di soccorso inviati dalla centrale Areu per le prime cure del caso. Per quattro di loro è stato disposto il trasporto in ospedale - a Lecco e ad Erba - per ulteriori accertamenti, ma le loro condizioni non sembrano destare preoccupazioni.Presenti in Via Battisti, nel cuore del paese, anche i vigili del fuoco per la messa in sicurezza del macchinario e del reparto scenario dell'incidente. Spetterà invece ai carabinieri e ai tecnici di Ats ricostruire con esattezza quanto accaduto per attribuire anche le eventuali responsabilità del caso.

Cassago: consiglio comunale ''lampo'' con la richiesta dell'ex sindaco sul doposcuola

Mar, 25/06/2019 - 18:57
Consiglio comunale ''lampo'' quello svoltosi lunedì sera a Cassago davanti ad un pubblico numeroso, accorso per assistere alla seconda uscita ufficiale dell'amministrazione del sindaco Roberta Marabese. Piuttosto tecnica la seduta, che si è aperta con la richiesta - formulata dalla capogruppo di #Insieme Rosaura Fumagalli - di rispettare l'orario di inizio fissato alle 20.45, slittato di qualche minuto in attesa dell'arrivo di un paio di consiglieri in lieve ritardo. Il consiglio comunale di CassagoDopo l'appello a cura del segretario comunale dr.Vincenzo Del Giacomo, la prima cittadina ha dato lettura di una proposta di variazione del regolamento per il funzionamento del consiglio comunale, che preveda - nello specifico - modalità di presentazione di interrogazioni, interpellanze e mozioni da parte dei gruppi consiliari e di convocazione delle commissioni o consulte, dal momento che neppure lo statuto comunale sarebbe - a detta appunto del sindaco Marabese - esaustivo ed efficace. La comunicazione dell'amministratrice si è chiusa dunque con la proposta, accolta poi all'unanimità, di formare un gruppo di lavoro con rappresentanti di maggioranza e opposizione per lavorare ad una bozza di regolamento da sottoporre poi all'esame del consiglio comunale. Il sindaco Roberta Marabese e il segretario dr.Vincenzo Del GiacomoSpazio a seguire alla votazione dei componenti della commissione elettorale, già scelti nella prima seduta di consiglio comunale. Analizzando il regolamento è infatti emersa la necessità di revocare la delibera e di provvedere ad una nuova votazione, per indicare la presenza di almeno un rappresentante dell'opposizione all'interno della stessa. I membri effettivi della commissione sono quindi Marina Fumagalli, Stefano Morstabillini e Rosaura Fumagalli; i supplenti Riccardo Silvestri, Pierluigi Fumagalli e Antonio Carrino.Da sinistra Maurizio Corbetta e Sergio Pini (Progetto Cassago Democratica), Stefano Morstabillini, Marina Conti e l'assessore Cristian Serra (Cassago Ideale)Chiusa la brevissima seduta, spazio ad una richiesta di chiarimenti formulata dall'ex sindaco al suo successore in merito al post-scuola, a seguito di una riunione avuta nei giorni scorsi con le famiglie interessate nella quale sarebbe stato paventato il rischio di non confermare l'iniziativa dal prossimo settembre. ''L'attuale numero di partecipanti non ci consente di garantire il servizio'' ha confermato Roberta Marabese, aggiungendo che la proposta di attivarlo comunque ma ad un costo maggiore rispetto a quello dello scorso anno - in caso di mancato raggiungimento della soglia minima delle dieci iscrizioni - è stata respinta, così come quella di variare l'offerta, inserendo dei corsi di inglese o informatica, alternativi al solo servizio di aiuto compiti o accompagnamento al catechismo garantito in passato. Da destra Antonio Carrino e Rosaura Fumagalli (#Insieme Cassago), Riccardo Silvestri, Pierluigi Fumagalli e l'assessore Alberto Parravicini (Cassago Ideale)''Vi prego di insistere perchè inizialmente non ci sono mai grandi numeri: mi riferisco ad esempio al Piedibus, che a Cassago è un'eccellenza, partito con sette bambini e ora fiore all'occhiello della nostra proposta scolastica, nel quale si è sempre creduto'' ha detto la capogruppo Fumagalli. Da sinistra gli assessori Cristian Serra, Emilio Panzeri, Monica Conti, il sindaco Roberta Marabese e il dr.Vincenzo Del Giacomo''Abbiamo offerto delle alternative che non sono state accettate; lo scorso anno si era partiti in tredici, passando poi a sei iscritti e questo ci fa pensare che il servizio non sia stato poi così apprezzato. Il doposcuola va garantito, a fronte però di una richiesta precisa: devono esserci almeno dieci iscrizioni'' ha concluso il sindaco Marabese, anticipando che la prossima seduta consiliare si terrà lunedì 1 luglio per l'esame del conto consuntivo.

UC Costamasnaga al secondo posto al meeting giovanissimi

Mar, 25/06/2019 - 17:43
Secondi di società. Un altro grande risultato conquistato dal gruppo giovanile dell’Uc Costamasnaga La Piastrella System Cars, in quel di Matera, sede dell’edizione 2019 dl Meeting nazionale giovanile di società. Si puntava al poker: è vero. Dopo le vittorie ad Alba (Cn), Porto S. Elpidio (Fm) ed Andalo (Tn) la compagine masnaghese, era partita per la Basilicata, consapevole che l’obiettivo da conquistare non era facile da conquistare, ma era altrettanto vero, che tutti quanto sarebbero stati sul pezzo, dando il massimo, lottando fino all’ultimo. Nella speciale classifica di società, alla fine, l’Uc chiude seconda dietro all’Olimpia Valdarnese. I nostri 35 i giovani ciclisti, dai 7 a 12 anni, sono stati encomiabili in quesra 33^ edizione del Meeting nazionale di società per Giovanissimi di ciclismo. ''Sapevano che era molto difficile ma ci siamo preparati bene per questo importante appuntamento- ci dice con grande orgoglio Egidio Mainetti presidente dell’Uc-. Tutto hanno dato il massimo e questo secondo posto è sintomo che in casa Costa Masnaga, stiamo facendo un grande lavoro. Grazie a tutti. Ai ciclisti, ai nostri ds, ai preparatori, ai genitori, al direttivo, ai nostri sponsor. Siamo secondi in Italia: è va bene così''.In casa masnaghese, comunque, si festeggia anche la vittoria da parte di Giacomo Agostino (Strada), ed i tre secondi posti conquisti da Ginevra Pozzi (velocità), Tommaso Bombana (mtb) e Marco Brivio (strada). Da rimarcare alcuni risultati nella top five, e molti nella top ten.Questi i ciclisti del Costa impegnati al Meeting:G1 (7 anni): Gloria Brivio, Davide Panzeri, Francesco Riva.G2 (8 anni): Tommaso Bombana, Francesco Ferrari e Samuele Sanna.G3 (9 anni): Nicole Lombardini, Pablo Buzon, Riccardo Carsaniga, Nicolò Maggioni ed Enea Romanò.G4 (10 anni): Filippo Cazzaniga, Morgan Gilardoni, Federico Casiraghi, Sofia Colombo, Matteo Maggioni, Paolo Panzeri, Cristian Pasquale, Ginevra Pozzi, Massimo Sava e Mattia Sirtori.G5 (11 anni): Giacomo Agostino, Marco Brivio, Lucas Buzon, Daniele D’Addato, Martino Longoni, Andrea Rigamonti, Matilda Seregni e Matteo Vitali.G6 (12 anni): Mattia Busiello, Riccardo Longoni, Alessandro Sava, Letizia Cavalli, Riccardo Fumagalli e Gabriele Tirotto.

In uscita il prossimo 4 luglio "Woodstock Lombard": 22 canzoni  eseguite in dialetto

Mar, 25/06/2019 - 17:41
La Fiera della Musica e delle Arti di Woodstock, più conosciuta come il Festival di Woodstock, fu una grande manifestazione musicale che si svolse a Bethel, piccola città rurale nello stato di New York, nell’estate del 1969, all'apice della diffusione della cultura hippie.Il Festival di Woodstock ebbe precisamente luogo dal 15 al 18 agosto del 1969 e può ben essere considerato il punto culminante, il vero apice della diffusione del movimento hipster, che aveva le sue solidissime radici tra le decine di milioni di esponenti di quella che fu denominata “beat generation”. L’happening di Woodstock fu organizzato allo scopo di riunire gli amanti della musica rock e del movimento della controcultura hippie in tre giorni di cosiddetta Peace & Music. Vi presero parte alcuni dei migliori cantanti e gruppi musicali del tempo, vere e proprie leggende della musica: da Jimi Hendrix a Janis Joplin passando per Santana, CSN&Y, Richie Havens, The Who, Joan Baez.A 50 anni dallo storico evento, il 4 luglio 2019 (data della festa nazionale statunitense) l’Opificio Monzese delle Pietre Dure pubblicherà Woodstock Lombard, un “libretto musicale” con 21 canzoni tradotte ed eseguite in lingua lombarda, scelte dal gruppo I Saltamartin tra quelle eseguite in quello storico concerto.Con “Woodstock Lombard” I Saltamartin terminano così il loro percorso celebrativo in lingua dei tanti cinquantesimi rock dei Mitici Anni ’60, iniziato nel 2012 con l’uscita di “The Beatles in the Brianzashire” (a celebrare l’uscita del primo 45 giri dei Fab Four nel 1962) e a seguire con analoghe operazioni editoriali-musicali con altri mostri sacri di quel decennio, primi su tutti i The Rolling Stones e naturalmente Bob Dylan.Fine del percorso celebrativo degli Anni ‘60, dunque? E perché mai I Saltamartin hanno scelto - come al solito, a modo loro - di ricordare questo importante evento? Lo abbiamo chiesto direttamente a Renato Ornaghi, che insieme a Lucia Lella costituisce il duo de I Saltamartin e ha direttamente curato la traduzione in Lengua Mader delle canzoni di quel celebre concerto.

BESANA: IL 26 LA CONFERENZA SUL 28°FESTIVAL BANDISTICO

Mar, 25/06/2019 - 17:09
L'assessore all'Autonomia e Cultura di Regione Lombardia Stefano Bruno Galli partecipera' domani, mercoledi' 26 giugno, a Palazzo Pirelli, alla conferenza stampa di presentazione del XVIII Festival bandistico internazionale di Besana Brianza (MB), che si svolgera' dal 3 al 7 luglio.- ore 10.30, Palazzo Pirelli (via F.Filzi, 22 - Milano). (LNews)

Colle B.za: proseguono le ''Camminate all'imbrunire''

Mar, 25/06/2019 - 16:48
Il Comune di Colle Brianza in collaborazione con la Farmacia Elena Selvetti organizza le ''Camminate all'imbrunire'': un modo per passare insieme una bella serata, mantenendosi in buona salute.Di seguito il calendario con i prossimi appuntamenti:-Lunedì 1° Luglio: Nava, in macchina fino a Galbiate (via Cavenate ore 20.15), Villa Bertarelli, Camporeso, Scavi di Barra, Baita degli Alpini, Eremo del Monte Barro, discesa-Mercoledì 3 luglio: Nava, in macchina fino a Villa Vergano (ore 20.10), Pescallo, Figina, Toscio, Villa-Lunedì 8 Luglio: Nava, Scerizza, Fumagallo, San Genesio, Pessina, discesa lungo il torrente (merenda con torte condivise)-Lunedì 15 Luglio: Nava, Scerizza, Figina, Ravellino, Nava -Lunedì 22 Luglio: Nava, in macchina fino a Cascina Bagaggera (ore 20:20), Montevecchia (sosta in gelateria) -Mercoledì 24 Luglio: cena alla sede degli Alpini di Nava (seguirà volantino)-Lunedì 29 Luglio: Nava, in macchina fino a Cagliano (ore 20.10), Bordea, Ca' Andreino, CaglianoPARTENZA: piazzale Donatori del sangue - Nava, ore 20.00 puntuali.Necessari: scarpe ginnastica o scarponi, torcia, maglietta rifrangente (consigliata)In caso di mal tempo le uscite sono sospeseLe camminate durano 2 ore circa, al massimo 2 ore e 30 minuti.Per informazioni ANNA (339 8727265), ELIANA (333 3947330), ELENA la farmacista, BIBLIOTECA (039.9276699)

Colle B.za: in scena il primo torneo di calcio in memoria delle vittime della strada

Mar, 25/06/2019 - 16:30
Le squadre, le autorità e i rappresentanti delle associazioni che hanno preso parte all'iniziativa(clicca sull'immagine per ingrandire)Domenica 23 giugno si è svolta presso l'oratorio di Nava, frazione di Colle Brianza, la prima edizione del torneo di calcio a 5 dedicato alle vittime della strada. Ben 10 squadre si sono sfidate tra divertimento, impegno ed entusiasmo senza scordare la tematica sociale molto importante su cui tutti i presenti sono stati chiamati a riflettere."Voglio rivolgere un sentito ringraziamento a questa società sportiva e alle persone che la animano. È una realtà radicata nel nostro comune, attiva ormai da molti anni: intere generazioni di bambini di Colle sono cresciuti insieme giocando a calcio grazie all'associazione. Grazie allo sport, ed è questo l'aspetto più importante, hanno appreso valori fondamentali: il rispetto, la correttezza sul campo e fuori, l'importanza del lavoro di squadra. Sono questi i valori importanti che vengono trasmessi grazie al gioco e che rendono veramente preziosa la presenza di questa società. Un ringraziamento è rivolto inoltre a tutte le persone che, a diverso titolo, collaborano e supportano questa realtà, senza di loro non sarebbe possibile portare avanti queste iniziative. Per questo come sindaco di Colle posso garantire che vi sarà il supporto da parte della giunta per il futuro: saremo presenti e attenti a recepire le necessità ed i suggerimenti che dovessero arrivare dall'associazione. Un ulteriore punto di merito è da sottolineare quest'anno per l'adesione data dall'associazione sportiva all'iniziativa 'Per le vie delle croci', un'iniziativa veramente importante di sensibilizzazione dei più giovani al tema della sicurezza stradale. Sappiamo tutti che gli incidenti sulle strade sono tanti, con conseguenze che possono essere veramente pesanti e gravi per intere famiglie. E' importante partire dai giovani per riflettere su questi temi e riuscire a fare prevenzione. A volte basta poco per evitare il peggio: rispetto delle regole, attenzione e prudenza. L'iniziativa tra l'altro ha dato luogo anche a questo torneo di calcio a 5, intitolato la strada è vita", mettendo insieme l'aspetto sportivo e ludico con un tema molto serio. La nostra comunità rivolge un pensiero particolare a Carlo Perego, ragazzo giovanissimo di Colle che ha perso la vita in un incidente stradale, e a tutte le vittime della strada della comunità" ha introdotto il primo cittadino Tiziana Galbusera ringraziando Federico Corti, presidente del gruppo sportivo, i volontari, Giuseppe Tavola e Marco Fumagalli che hanno organizzato e promosso questo torneo in collaborazione anche con il PST Real Brianza e il Gruppo Alpini del Campanone. "Lo sport deve essere una strada piena di vita per crescere con impegno e responsabilità. Crediamo che la disciplina sportiva possa giocare una partita significativa: la partita del buon esempio. Come state dimostrando voi giovani che avete organizzato questo torneo di calcio dedicandolo a tutte le vittime della strada, dopo aver partecipato alla messa del 5 maggio celebrata da don Alberto Pirovano alla presenza delle Autorità, delle Associazioni e del sottoscritto Angelo Fontana della Polisportiva Monte Marenzo in occasione della 13° edizione "Per le vie delle Croci". Eh sì, caro sport, hai un potenziale immenso: puoi cambiare la vita delle persone parlando ai giovani e ai meno giovani. Alcuni consigli utili: il primo, rispettare il codice della strada, moderare la velocita, più è alta la velocita più è alta la tragedia, non distrarsi con lo smartphone, non assumere alcol e sostanze stupefacenti, fare la corretta manutenzione alla propria automobile e moto. Bastano veramente pochi attimi per distruggere la propria vita e quella altrui. Per il bel gesto di aver organizzato il primo torneo dedicato alla memoria di tutte le vittime della strada in provincia di Lecco, la Polisportiva di Monte Marenzo ha consegnato una coppa alla GS Colle Brianza, che a sua volta ha consegnato alla Polisportiva, per averli coinvolti in quest'importante tema come la sicurezza stradale. Ringrazio la sindaca Tiziana Galbusera, per la sua disponibilità e sensibilità, il vicesindaco Ettore Anghileri, l'assessore al bilancio Maurizio Perego e Luca Nava, consigliere delegato allo sport'' ha spiegato Angelo Fontana, responsabile dell'area sociale Polisportiva Monte Marenzo ringraziando il GS Colle Brianza, i giovani e tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita dell'evento.Ha riportato inoltre la propria toccante testimonianza Croce Castilia, presidente dell'associazione Matteo La Nasa in nome del figlio deceduto a seguito di un incidente stradale negli anni scorsi a Lecco. L'associazione si pone come obiettivo la sensibilizzazione e la prevenzione stradale nelle scuole e lotta per i diritti civili delle vittime della strada e dei loro famigliari.Al termine della giornata sono state premiate le squadre vincitrici: al primo posto QDS, al secondo CIAD ed al terzo LIZZATIALCO. Al termine del torneo è stato possibile per i giovani presenti mettersi in gioco sperimentando il tiro con l'arco e biathlon.

Pagine