Tu sei qui

CasateOnLine

Abbonamento a feed CasateOnLine
Casate Online
Aggiornato: 2 ore 34 min fa

Monticello: successo per il ritorno a Villa Greppi del festival ''La Passione per il delitto''

Lun, 21/10/2019 - 20:35
Ha riscosso successo la diciottesima edizione del Festival di narrativa poliziesca "La Passione per il delitto" terminata ieri dopo due giorni di eventi a Villa Greppi di Monticello, tornata ad ospitare l'evento dopo alcune edizioni svoltesi presso Lariofiere di Erba.Alcune immagini della due giorni di eventi a Villa GreppiSe la giornata di sabato ha visto l'ex granaio preso d'assalto da numerosi giornalisti, avvocati, amministratori pubblici e semplici cittadini, per le conferenze su usura e racket, tecniche investigative e mezzi usati dagli stati e dai terroristi, domenica è stata interamente dedicata alla narrativa.Sul palco, a partire dalle 11.30, sono saliti Piero Colaprico - che ha presentato in anteprima il suo nuovo libro "Il Fantasma del Ponte di Ferro" (Nero BUR) - e Vittorio Nessi con "Non sono io" (Daniela Piazza Editore). La presentazione è stata accompagnata dalle domande e dalle riflessioni di Mario Consani giornalista del "Giorno".Il testimone è poi passato ad Andrea del Monte e Antonio Veneziani con il loro libro "Brigantesse. Storie d'amore e di fucile" (Ponte Sisto editore), incontro moderato da Elisabetta Bucciarelli. Alla fine di ogni presentazione vi era la possibilità di parlare di persona con gli ospiti e e di acquistare i libri, facendoli autografare dagli autori, per avere un ricordo della presentazione.Dopo la prima carrellata di autori è stato il momento della pausa pranzo offerta al pubblico presente, con un'appetitosa degustazione dei cibi delle terre dei briganti preparate da Francesca Camperi - Incomincia per C, e a base di risotto giallo.Il festival è poi ricominciato alle 14.30 con Marco Felder e il suo libro "Tutta quella brava gente" (Rizzoli), ad intervistarlo e discutere del suo libro è intervenuta Manuela Lozza.A sinistra Marta Comi, presidente del Consorzio Brianteo Villa GreppiA seguire alle 15.30, hanno conversato con Marco Proserpio gli autori Cristina Cassar Scalia "La logica della lampara" (Einaudi), Aldo Pagano con "Motivi di famiglia" (Piemme) e Valerio Varesi "Gli invisibili: un'indagine del commissario Soneri" (Mondadori).Alle ore 16.30 sono stati presentati i libri di Cosimo Argentina "Saul Kiruna, requiem per un detective" (Oligo Editore) e di Paola Barbato "Zoo" (Piemme), la quale ha dialogato insieme a Carmen Legnante che ha fornito in maniera chiara e accattivante al pubblico tutti gli elementi necessari per approcciarsi alla lettura dei libri.Verso fine serata, alle ore 17.30, sul palco è salito un quintetto tutto al femminile, composto dalle sorelle Elena e Michela Martigoni, che scrivono con lo pseudonimo di Emilio Martini, e che hanno presentato il loro libro "Ciak, si uccide. Le indagini del commissario Bertè" (Corbaccio), Cristina Rava con "Di punto in bianco" (Rizzoli), Rosa Teruzzi "Ultimo tango all'ortica" (Sonzogno) a moderare è intervenuta Nicoletta Sipos. A seguire Mariolina Venezia ha presentato il suo libro "Via del riscatto. Imma Tataranni e le incognite del futuro" (Einaudi) motivo ispiratore della nuova crime fiction su Rai 1.A concludere la serata lo spettacolo "E se la musica fosse un furto?" con Guitar Landscape Ensemble in concerto, diretta dal maestro Matteo Redaelli.Prima da sinistra Paola PioppiLa rassegna 2019 ha segnato dunque il ritorno del festival poliziesco nel luogo in cui era nato, grazie alla ferma volontà del Consorzio Brianteo Villa Greppi e del suo presidente Marta Comi, di ospitare nuovamente nella propria sede ''La Passione per il delitto''. Una scelta che sembra aver premiato la diciottesima edizione dell'iniziativa."Un successo stratosferico, oltre ogni aspettativa, quello a cui abbiamo assistito in questi due giorni a partire da sabato, quando abbiamo potuto notare una presenza altissima di avvocati e giornalisti, dovuta alle proposte giudicate interessanti. Ci ha stupito anche la presenza massiccia di amministratori pubblici che non ci aspettavamo. Sono anche intervenute molte persone del settore pubblico, non qualificato dal punto di vista professionale, rispetto alle categorie che avevamo individuato per la formazione. Ma la giornata di domenica ha visto un incremento sempre maggiore di pubblico fin dal mattino. Tanti volti nuovi che nelle edizioni di Erba non avevamo visto, e che ora sono tornati grazie alla nuova location. Siamo davvero contentissimi: gli autori che arrivano da tutta Italia hanno trovato qui a Villa Greppi il panorama perfetto per le loro presentazioni. Possiamo dire che è un anno zero a tutti gli effetti perché tornare a casa dopo tanti anni non è stato facile. E' un'edizione, questa, che potremmo chiamare "pilota" che però ha funzionato in maniera ottima. Speriamo con il tempo, visto il successo e la risposta del pubblico, di poter implementare i contenuti e costruire qualcosa di ancora più eccezionale" ha raccontato Paola Pioppi, ideatrice e curatrice dell'evento, dando appuntamento al prossimo anno.

Barzago: impianto elettrico in black out dopo le forti piogge

Lun, 21/10/2019 - 20:06
I forti temporali che hanno colpito ieri e questa notte gran parte del territorio, hanno causato guasti più rilevanti all'impianto elettrico pubblico nel comune di Barzago. Nella giornata di oggi e durante la notte gran parte del paese è quindi rimasta al buio in attesa del ripristino della corrente. I tecnici - come ha puntualizzato il sindaco Mirko Ceroli - si sono messi subito all'opera risolvere il guasto e hanno lavorato costantemente per tutto il corso della giornata; il tentativo era quello di ripristinare l'illuminazione già entro questa sera per evitare disagi e possibili complicazioni. Nel caso in cui il ripristino non dovesse avvenire si dovrà rimandare l'intervento di riaccensione a domani, giorno in cui non sono previste piogge.

Sono contento che la mozione su Campsirago sia stata respinta. La convenzione con Karibuny è una preziosa opportunità per i ragazzi disabili

Lun, 21/10/2019 - 19:47
Buongiorno, sono il papà di una ragazza disabile. Ho letto il vostro articolo sul consiglio comunale di Colle Brianza del 17 ottobre e sono rimasto molto amareggiato nello scoprire la mozione presentata dalla minoranza per revocare la convenzione con la Cooperativa Karibuny.Questa convenzione permette la realizzazione di brevi vacanze che gli utenti del CSE svolgono a Campsirago.Vorrei ricordare, in particolare modo a chi ha presentato la mozione, che queste vacanze rappresentano nella vita di queste persone dei momenti fondamentali per poter vivere in semi autonomia in un contesto tranquillo e vicino a casa, staccati per qualche ora dalle routine quotidiane.Togliere questa possibilità sarebbe un passo indietro nel processo di integrazione nella società che questi ragazzi, e indirettamente i loro familiari, provano a fare ogni giorno. Lieto che la mozione sia stata respinta, resto convinto che chi fa della demagogia sulla pelle delle persone più fragili dia immediamente idea del proprio spessore umano. Chiudo ringraziando chi ha votato per mantenere la convenzione, la cooperativa Karibuny e gli operatori di CSE che permettono che tale esperienza vada avanti. Grazie per l'ospitalità.

Oggiono: nasce Palazzo Prina, nuova associazione culturale

Lun, 21/10/2019 - 19:35
Un ultimo incontro, svoltosi nel pomeriggio di domenica 20 ottobre, ha segnato la chiusura delle iniziative legate all'anno leonardesco. Le volontarie Marta Nova, Elisabetta Scola, Paola Scola, Simona Ciceri, Paola De BattistiAll'interno della rassegna "Luci sulla città", organizzate dal paese di Oggiono in occasione della ricorrenza dei 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, sono state proposte diverse iniziative per conoscere ed approfondire il lascito di questo grande artista e del suo allievo Marco d'Oggiono. Nel pomeriggio di domenica il cortile di Palazzo Prina, storica dimora situata nel centro paese in via Primo Maggio, ha aperto le porte al pubblico che ha potuto ammirare le riproduzioni delle opere di Marco d'Oggiono realizzate dai madonnari bergamaschi.Queste opere furono commissionate dall'amministrazione comunale ai madonnari bergamaschi tra il 2017 ed il 2018 con l'intento di promuovere successivamente un evento da dedicare all'artista. Furono scelti soggetti sacri: diverse raffigurazioni della Madonna, due dettagli del polittico della Chiesa Sant'Eufemia e dei soggetti legati alla passione di Cristo. L'artista oggionese, nato intorno al 1475, entrò a far parte della bottega di Leonardo Da Vinci nell'ultimo decennio del 1400 segando così una svolta decisiva per la sua carriera artistica che proseguì con successo fino agli anni '20 del 1500. Attualmente, alcune delle opere di Marco d'Oggiono sono conservate nei più importanti musei italiani, oltre che in alcune capitali europee come Berlino, Londra e Parigi.Durante l'esposizione delle opere gli organizzatori dell'evento hanno colto l'occasione per presentarsi alla cittadinanza come nuova associazione culturale dal nome "Palazzo Prina"."Quest'associazione nasce dalla volontà di un gruppo di amiche con l'obiettivo di valorizzare le tradizioni del territorio tramandole ai giovani attraverso il coinvolgimento di coloro che ne sono i portavoce: gli anziani. Utilizzeremo questo spazio per creare momenti di aggregazione riscoprendo le antiche usanze: il ricamo, il lavoro a maglia, l'uncinetto, la preparazione della pasta fresca e molto altro. Vorremo, inoltre, organizzare delle conferenze spaziando su diversi fronti e sicuramente sfrutteremo questo ampio spazio esterno per iniziative culturali all'aperto nel periodo estivo" hanno spiegato le volontarie dell'associazione rendendosi disponibili ad accogliere le idee dei cittadini e ringraziando gli ospiti per la presenza.

L'alba sul lago di Pusiano

Lun, 21/10/2019 - 19:27
L'alba di domenica da Eupilio guardando Bosisio Parini.

Missaglia: Silvana Redaelli nel direttivo Anci per Fratelli d'Italia

Lun, 21/10/2019 - 19:10
Silvana Redaelli«Esprimo a nome di Fratelli d'Italia, la piena soddisfazione per l'elezione nel Consiglio Direttivo di Anci Lombardia della nostra Silvana Redaelli, già candidata Sindaco per il centrodestra a Missaglia e attuale Consigliere Comunale in paese. Una conquista importante che rafforza la nostra presenza e dimostra l'alto grado qualitativo dei nostri politici locali.» così Fabio Mastroberardino, Portavoce Provinciale del partito a Lecco.Interviene anche Giacomo Zamperini, Dirigente Regionale di Fratelli d'Italia, riguardo la recente Assemblea Congressuale di ANCI Lombardia durante la quale sono stati rinnovati gli organismi dell'Associazione ed eletto il nuovo Presidente Mauro Guerra, Sindaco di Tremezzina, succeduto a Virginio Brivio. «Silvana saprà certamente essere un forte punto di riferimento per gli amministratori locali del nostro territorio. Auguriamo a lei e a tutti gli eletti di fare davvero un buon lavoro anche perchè, in un periodo dove gli enti locali sono sempre più oggetto di vessazione da parte dello stato centrale e del Governo, ce ne sarà davvero bisogno. Infatti, sono gli amministratori dei comuni, specialmente quelli di medio-piccole dimensioni, il vero motore della pubblica amministrazione. Sono quelli che per esempio, se mancano i soldi, scendono anche in strada per spalare la neve quando serve!».«Il mio obiettivo» dichiara Silvana Redaelli, neo eletta nel direttivo regionale di Anci e Consigliere Comunale a Missaglia, «sarà quello di rappresentare al meglio presso l'Anci lombarda, non soltanto il mio comune ma anche i comuni limitrofi che non hanno una rappresentanza diretta, e che potranno contare su di me per ogni necessità, portando così le nostre voci ai principali tavoli regionali e nazionali. La mia attenzione sarà soprattutto centrata sui temi del sociale, date le mie competenze, ma tutto ciò che potrà portare benefici concreti al nostro territorio sarà sicuramente oggetto del mio lavoro. Confido che Anci possa davvero rappresentare un rafforzamento di tutela e promozione dei nostri Comuni, a beneficio dei cittadini che, con passione e dedizione, ogni giorno cerchiamo di servire al meglio. Ringrazio il mio partito per avermi dato questa possibilità, un'importante occasione per dar voce ai lecchesi che non ho certo intenzione di sprecare».

A Casatenovo e Sirone due attività storiche riconosciute da Regione

Lun, 21/10/2019 - 19:04
Sono 198 le nuove attivita' storiche e di tradizione sul nostro territorio. In questi giorni Regione Lombardia, in particolare l'Assessorato allo Sviluppo economico guidato da Alessandro Mattinzoli, ha terminato l'iter per il loro riconoscimento. Questi i risultati suddivisi per provincia: 40 a Bergamo; 28 a Brescia; 10 a Como; 5 a Cremona; 5 a Lecco; 3 a Lodi; 5 a Monza Brianza; 48 a Milano; 26 a Mantova, 6 a Pavia; 9 a Sondrio; 27 a Varese. Si tratta di un attestato che sostiene tutte le attivita' commerciali con una storia di almeno 50 anni per preservarne i fattori culturali, sociali, economici e per valorizzarne la spiccata identita' anche a favore del territorio di appartenenza. Le imprese commerciali con le caratteristiche richiese verranno inserite nell'elenco regionale delle attivita' storiche e di tradizione con questa suddivisione: - 128 negozi storici ammissibili alla qualifica di 'storica attivita''; - 4 negozi storici ammissibili alla qualifica di 'negozio storico'; - 1 negozio storico ammissibile alla qualifica di 'insegna storica e di tradizione top'; - 37 locali storici ammissibili alla qualifica di 'storica attivita''; - 10 locali storici ammissibili alla qualifica di 'locale storico'; - 9 botteghe artigiane storiche ammissibili alla qualifica di 'storica attivita' artigiana'. "Tengo a ricordare un passaggio storico avvenuto nello scorso mese di febbraio - ha dichiarato Mattinzoli -: il Consiglio Regionale all'unanimita' ha approvato la legge proprio per salvaguardare e valorizzare le botteghe storiche e artigiane della Lombardia. Quindi, per la prima volta, entrano a pieno titolo anche gli artigiani lombardi che tanto hanno realizzato e realizzano per la nostra regione in Italia e nel mondo intero". "Per l'attuazione della norma - ha spiegato ancora l'assessore - sono stati stanziati 900.000 euro nel triennio 2019-2021 e quantificate le spese di investimento per l'anno 2021 in 2.500.000 euro. La Lombardia gia' nel 2009 si e' dotata di un Registro regionale dei luoghi storici del commercio, che comprende 1756 imprese lombarde storiche con piu' di 50 anni di attivita', alle quali e' stato conferito un riconoscimento identificativo". "Con questa legge - ha concluso l'assessore - si e' fatto un ulteriore passo avanti: il livello legislativo permette infatti di sostenerle in modo piu' efficace anche attraverso incentivi, agevolazioni e sgravi fiscali. Ai negozi e attivita' commerciali gia' nel Registro regionale dei luoghi storici del commercio si aggiungeranno le altre imprese storiche, che potranno essere riconosciute grazie alla legge regionale approvata". La legge regionale consente inoltre alle Amministrazioni locali di concorrere a vedersi riconosciuto il 'Distretto storico del commercio', cioe' un'area caratterizzata da un consistente insediamento, prolungato nel tempo, di punti vendita, vie, piazze e mercato cittadino, in un contesto urbano omogeneo e continuo, che possa favorire itinerari di visita e fruizione da parte dei visitatori e consumatori.Per il lecchese sono queste le attività storiche: CALCO:PEREGO ABBIGLIAMENTO (1944), Negozio storico/Storica attivita'.CASATENOVO:CASABELLA (1953), Negozio storico/Storica attivita'.LECCO:LA TRADIZIONALE CASA DI LUCIA (1942), Locale storico/Locale storicoRISTORANTE PIZZERIA BELLA NAPOLI (1969), Locale storico/Storica attivita'SIRONE:MACELLERIA SALUMERIA VISMARA (1949), Negozio storico/Storica attivita'. (LNews)

Retesalute e altro ancora: l'autorevolezza perduta di Cassago

Lun, 21/10/2019 - 18:43
Sergio PiniCaro Direttore,chiedo per "par condicio" tra le due minoranze di Cassago di pubblicare queste brevi considerazioni sulla assenza di Cassago alla Assemblea di Retesalute che nel fine settimana scorsa ha nominato il nuovo Cda e il presidente nella persona dell'Avvocato Alessandra Colombo. Prima annotazione: dunque la nuova amministrazione destro-leghista guidata dall'Avvocato Roberta Marabese ha disertato una importante riunione della azienda sanitaria di casa nostra. Al momento non conosciamo le ragioni ma devo desumere che si è trattato di un mix tra superficialità e indisponibilità personale di tutti i 9 amministratori di maggioranza ad essere presenti quella sera. E' un difetto che abbiamo già avuto modo di riscontrare per altre occasioni sia interne che esterne al Comune. La nuova amministrazione fa molta fatica ad organizzarsi, a dividersi i compiti, a mettersi d'accordo sul chi fa cosa e dove. Per capirci basta questo esempio. Dopo la nomina di 4 consiglieri ad assessori nessuna delega è stata ancora attribuita agli altri 4 consiglieri di cui uno appena nominato in sostituzione di un consigliere dimissionario dopo soli 4 mesi dalla elezioni comunali. Umanamente possiamo finanche comprendere il carico di impegni che bisogna mettere in conto quando si amministra un Comune ma politicamente non possiamo accettare e giustificare una assenza, tra l'altro unica, ad un appuntamento cosi' importante, a prescindere dalla espressione di voto per l'uno o l'altro candidato alla presidenza, di Retesalute . Ma a Cassago dopo il 26 maggio scorso c'è anche un quando!. Quando la maggioranza non ce la fa c'è una minoranza, cioè noi di Progetto Cassago Democratica, che puo' rappresentare il Comune in questi momenti politico-istituzionali ove la presenza è già di per sé più importante dell'espressione di voto. Peraltro il Sindaco il voto lo potrebbe concordare preventivamente con il rappresentante di minoranza che si dovesse presentare in nome e per conto del Comune di Cassago. Seconda annotazione: noi di Progetto Cassago Democratica predichiamo già da tempo, e cioè anche nella precedente amministrazione a guida Fumagalli, che il nostro Comune ha via via perso di autorevolezza nel territorio casatese e meratese e nel circondario provinciale. Lo diciamo noi ma lo hanno già commentato e constatato tante altre persone sul territorio. Per tradizione Cassago è sempre stato presente in maniera fattiva e battagliera un po' in tutte gli enti e le società pubbliche lecchesi e brianzole ma da qualche anno non è più cosi. Con il cambio di amminstrazione ci auguravamo e ci auguriamo ancora di riprendere il ruolo di Comune autorevole e protagonista anche se sono cambiati i colori e gli orientamenti politici. Si, perché quando bisogna difendere Cassago vengono prima i cassaghesi delle rispettiva casacche. Cara Sindaca quando c'è da rappresentare Cassago noi ci siamo, come ci siamo per risolvere il problema del degrado e dell'abbandono della stazione ferroviaria, come ci siamo per implementare e affrontare altri temi importanti che riguarderanno la Cassago del Futuro. Proposte concrete per lavorare assieme pur sempre nella distinzione dei ruoli che i cassaghesi ci hanno assegnato la scorsa primavera. Questa è la sfida di consiglio comunale che ho lanciato a Roberta Marabese dopo avergli stretto la mano la sera del 27 maggio scorso.

Missaglia: violento scontro fra veicoli in Via Giovanni XXIII

Lun, 21/10/2019 - 18:13
Tre i veicoli coinvolti nell'incidente avvenuto poco prima delle 17.30 di questo pomeriggio in Via Giovanni XXIII a Missaglia, l'arteria che collega il centro paese alla località Molinata, già peraltro scenario di diversi sinistri stradali.Secondo le informazioni raccolte sul posto pare che un furgone cassonato Nissan Cabstar stesse procedendo verso il cimitero quando - per cause ancora al vaglio dei carabinieri presenti sul posto per i rilievi, ma probabilmente riconducibili all'asfalto reso viscido dalla pioggia - avrebbe perso il controllo del mezzo che si è dapprima schiantato frontalmente contro una Fiat Punto e poi, dopo aver ruotato su se stesso, contro una Dacia Duster, entrambe provenienti dalla direzione di marcia opposta. Un duplice (e violento) impatto avvenuto all'altezza del condominio Primavera che ha richiesto l'intervento sul posto di un'ambulanza della Croce Rossa, con i sanitari che hanno preso in carico le tre persone coinvolte assicurando loro le prime cure del caso per valutare poi l'eventuale trasporto in ospedale per ulteriori accertamenti. Le loro condizioni comunque non sembrano destare particolari preoccupazioni.Presenti in Via Giovanni XXIII anche i militari della stazione di Casatenovo che si sono occupati dei rilievi finalizzati a stabilire l'esatta dinamica del sinistro, oltre che di regolare la viabilità, stante la presenza sulla carreggiata dei mezzi coinvolti nel violento scontro.

Barzago: pubblicato il bando per le borse di studio

Lun, 21/10/2019 - 16:57
Il comune di Barzago ha reso noto in questi giorni il bando per l'assegnazione di borse di studio con riferimento all'anno scolastico 2019/2020. Le categorie previste per ciascun livello di istruzione sono articolate nel seguente modo: per gli studenti iscritti al primo anno dell'università saranno erogati fino ad un massimo di € 500,00 per un risultato della maturità pari a 100 e fino ad un massimo di € 300,00 per un risultato della maturità da 90 a 99; per gli studenti iscritti al primo anno della scuola superiore sarà invece previsto un compenso fino ad un massimo di € 300,00 per un risultato della scuola media pari a 10/10 fino ad un massimo di € 200,00 per un risultato della scuola media pari a 9/10. In particolare, i requisiti per la partecipazione al bando consistono nella residenza presso il comune di Barzago; l'ottenimento della promozione nell'anno scolastico 2018/2019 con votazione di almeno nove/dieci per la scuola media inferiore e di almeno 90/100 per la scuola media superiore, l'iscrizione nell'anno scolastico 2019/2020 al primo anno delle scuole medie superiori e scuole professionali o al primo anno di corso dell'università o a corsi di durata non inferiore ad un anno, con frequenza obbligatoria per almeno 2 giorni la settimana e che prevedano il rilascio di un attestato riconosciuto almeno a livello regionale. Per la presentazione della domanda è necessario rivolgersi all'amministrazione comunale entro il periodo previsto prima della scadenza del bando in data 15 novembre.

Pallamano Molteno: imbattuti e primi del girone insieme al Tirol Innsbruck

Lun, 21/10/2019 - 16:48
Lorenzo GaliziaIl derby lombardo del girone A del campionato di serie A2 di pallamano, finisce 24-23 per i nostri ragazzi. Una partita, contro ivaresini del Cassano Magnago, che sembrava chiusa a cinque minuti dalla conclusione. In questo caso, l'H.C. San Giorgio Molteno, ha peccato di lucidità, non riuscendo a mantenere quella dovuta concentrazione, utile, facendo anche girare di più la palla o anche cercando qualche fallo in più, a non consentire agli ospiti, di arrivare anche a -1, a soli ventitre secondi dalla fine. Da segnalare, che per la prima volta, nel roster, il tecnico Alfredo Rodriguez, ha inserito Alexander Koureta, atleta che sta rientrando da un brutto infortunio. L’atleta ha vissuto con grande attenzione la sfida contro Cassano.La cronaca del matchIl Molteno segna la prima rete, ma Cassano è vivo, e grazie anche ad una nostra difesa poco attenta, riesce a portarsi sul 3-6. Da rimarcare che questo Cassano, schierava anche quattro giovani provenienti dalla prima squadra di A1.Il tecnico Alfredo Rodriguez, chiede il primo time-out. Viene rimarcata la difesa: il nostro portiere Facundo Garcia si mette inevidenza con alcune ottime parate, con Edo Dell’Orto che si prende la scena chiudendo ogni spazio, e con un Lorenzo Galizia, che dà brio e velocità al gioco del Salumificio F.lli Riva, procurandosi anche dei tiri di rigori. A proposito: il Molteno trova il pareggio con tre rigori realizzati, e sullo slancio, riesce a portarsi anche sull’11-6. Questo significa un parziale di 8-0: non male! Il primo tempo si conclude 11-7. Nel secondo tempo il Salumificio F.lli Riva è ancora sul pezzo. La squadra è unita, determinata, reattiva. La compagine di capitan Zanoletti difende sempre un buon vantaggio, con una forbice che variatra i +5 ai +7. (16-9). Il Cassano intanto aumenta il pressing (19-16). Il nostro tecnico chiede un nuovo tim-out a due minuti dalla fine il tabellone segna 24-21. Il Cassano è passato con difesa a uomo ed il Molteno accusa un po' di fatica. Si arriva sul 24-23. Mancano ventitre secondi. Si soffre, ma si vince, anche meritatamente. Un bel derby, una bella pallamano, un primo posto in classifica. Tabellino: Alonso 4, Beretta, Bonanomi, Brambilla 2, Dall’Aglio 4,Dell’Orto 6, Galizia, Facundo Garcia, D. Gligic 1, M. Gligic, Kureta,Redaelli 7, Riva, Tagni, Zanoletti.

Sirtori: un pomeriggio dedicato ai giochi da tavolo con Lario Ludens

Lun, 21/10/2019 - 16:47
Si è svolto nel pomeriggio di domenica 20 ottobre presso il Centro Sportivo Enzo Bearzot di Sirtori, l'evento intitolato "Gaming Zone", organizzato dal Comune e dalla Biblioteca in collaborazione con la Polisportiva Sirtorese e con la Rosa dei Venti.L'iniziativa è nata per volontà dell'Amministrazione Comunale e dell'ex bibliotecaria Roberta Trabucchi nell'ambito della rassegna intitolata "BUM esplode la lettura" che partirà nei prossimi mesi.Da sinistra i consiglieri Alessandro Panzeri, Alberto Mauri e il sindaco Davide MaggioniPer poter rendere tutto questo possibile è stata contattata anche l'associazione Lario Ludens, al fine di formare alcuni volontari della Biblioteca su come gestire, educare e aiutare i giovanissimi all'utilizzo dei giochi da tavolo.Non sono solo giochi antichi, "preistorici" quelli che sono stati proposti, ma anche e soprattutto giochi moderni, con nuove regole e nuovi stimoli, alcuni dei quali anche educativi, che hanno impatto soprattutto sui più piccoli dal punto di vista emozionale. Sono giochi che sviluppano la creatività, ma allo stesso tempo anche il pensiero logico, matematico, linguistico e altro ancora."Con questa giornata l'Amministrazione si propone di dedicare ai più piccoli, e ai loro genitori, attività di tipo ludico, per introdurre quella che sarà la rassegna "Gaming Zone" che partirà a novembre e avrà cadenza mensile, nella speranza che vada avanti anche gli anni prossimi con nuovi volontari, nuovi giochi, nuove strategie e nuovi stimoli per reintrodurre e incentivare il gioco da tavolo" ci ha spiegato il consigliere comunale Alessandro Panzeri.Sono giochi per tutte le età, dai 7 ai 90 anni, quelli che hanno portato i ragazzi dell'associazione Lario Ludens proprio per far capire che è bello giocare in ogni momento della vita, dando maggior risalto alla dimensione sociale. "Si cerca di combattere l'idea che il gioco in scatola sia un'attività solo per bambini, ma al contrario diventa un momento aggregativo, in cui anche perfetti sconosciuti possono imparare a conoscersi, essere avversari o addirittura uniti contro il gioco stesso" ha aggiunto Luca Brambilla presidente di Lario Ludens.Durante il pomeriggio sono quindi stati allestiti dei tavoli sopra i quali è stato posto un gioco in scatola. Dopo aver diviso i bambini in gruppi, in base alle rispettive fasce d'età, si è poi dato avvio al divertimento. Ogni gruppo di ragazzi, accompagnato da un volontario, ha scelto un tavolo con il gioco che piaceva di più ai giocatori, i quali, assimilate e capite le regole del gioco, si sono sfidati a colpi di dati e carte."Siamo davvero molto contenti dell'iniziativa, anche perché il gioco può diventare un momento in cui si sta insieme, una piccola convivenza civile possiamo dire. Questo è modo, prima di tutto, per mettere insieme bambini e adulti permettendo ai genitori di trascorre più tempo con i loro figli, e, in secondo luogo è un metodo per promuovere le attività della nostra Biblioteca" ha concluso il sindaco Davide Maggioni.Appuntamento quindi con la prossima avventura, in particolare a sabato 16 novembre presso l'Aula Magna della scuola primaria per assistere allo spettacolo de Les Saponettes, rivolto ai bambini dai 6 anni in su.

Greppi: gli alunni del linguistico in visita alla mostra di Frisia jr

Lun, 21/10/2019 - 16:33
Prosegue con successo la mostra del meratese Donato Frisia jr. al castello Colleoni di Solza. Nella mattinata di lunedì 21 ottobre gli studenti dell'indirizzo linguistico dell'istituto Greppi di Monticello Brianza hanno incontrato il pittore, che ha illustrato i suoi lavori, soffermandosi sugli ultimi che raffigurano la pioggia.Il motivo dell'acqua su cui si impernia la mostra ben si presta ad approfondimenti di varia natura che verranno svolti nelle diverse discipline, dalla tematica ambientale ai miti letterari ad argomenti storici e simbologie esistenziali. Gli studenti trarranno spunto da un quadro a scelta per ambientarvi un racconto libero, da presentare eventualmente al concorso letterario interno che ogni anno viene bandito in memoria della collega Livia Dean. La mostra, organizzata da Gioia Arsuffi presidente dell'Associazione Bartolomeo Colleoni col patrocinio del comune e della Pro-loco e curata dal critico d'arte Annalisa Sala, continua fino a domenica 27 ottobre con i seguenti orari:lunedì 9-12, martedì 15-18,venerdì sabato e domenica: 9-12 e 15-18

Barzanò-Bevera: due auto fuori strada lungo la provinciale 51

Lun, 21/10/2019 - 16:18
Due auto fuori strada, probabilmente a causa della pioggia, nel primo pomeriggio odierno lungo la strada provinciale 51. Una Ford Fiesta - per cause al vaglio della polizia locale - si è schiantata contro un muro mentre percorreva Via 1°Maggio, l'arteria che sovrasta la chiesa parrocchiale. Nonostante la mobilitazione di sanitari e vigili del fuoco, la 19enne alla guida è uscita illesa dallo schianto e per lei non si è reso neppure necessario il trasporto in pronto soccorso. E' finito fuori strada anche il conducente di una Fiat Punto trovata ''in bilico'' accanto alla sede stradale a Bevera di Barzago, lungo la discesa che porta al santuario mariano. Anche in questo caso - per fortuna - non si sono registrati feriti.

Casatenovo: elisoccorso alla materna di Valaperta per una bimba caduta

Lun, 21/10/2019 - 15:20
Intervento di ambulanza e elisoccorso, nel primo pomeriggio odierno a Casatenovo: attorno alle 14.50 alla centrale operativa dell'Areu 118 è arrivata una richiesta dalla scuola materna di via Dante Alighieri, a Valaperta per un ipotizzato trauma cranico patito da una piccola alunna, dopo essere inciampata autonomamente.La macchina dei soccorsi si è subito messa in moto, con l'arrivo del mezzo da terra anticipato dall'atterraggio del velivolo levatosi in volo da San Fermo della Battaglia, sceso in un prato a poca distanza dal parcheggio dell'asilo, consentendo al personale medico di prendere in carico subito la baby paziente, sottoposta così in loco alle prime cure del caso prima del trasferimento all'ospedale Sant'Anna di Como, in eliambulanza.Avvertiti e presenti in posto anche i genitori della bambina, di origini straniere, insieme ad un capannello di mamme e papà. Fortunatamente la loro figlioletta, rimasta cosciente pur avendo patito un colpo al capo con successivi problemi di vomito, non sembrerebbe in pericolo di vita. Le è stato attribuito un codice giallo.

Viganò: in biblioteca Halloween si festeggia con letture a attività

Lun, 21/10/2019 - 12:24
Nell'attesa di una delle feste più paurose ma anche più divertenti di tutto l'anno per i più piccoli, la biblioteca comunale di Viganò organizza per il pomeriggio di sabato 26 ottobre un evento speciale per i bambini: una lettura animata e un laboratorio creativo per i bambini dai 5 anni in su per aspettare insieme in maniera coinvolgente ed educativa la festa di Halloween. Le letture prenderanno avvio a partire dalle ore 16.00 e al termine delle attività, i bambini e i genitori saranno invitati a una merenda in amicizia per poi salutarsi e magari cogliere l'occasione per prendere in prestito un nuovo libro dalla Biblioteca, perché no uno tra quelli letti durante il pomeriggio. L'ingresso sarà libero per tutto il corso dell'evento ma gli organizzatori richiedono una previa prenotazione con una telefonata al numero 039.9210543 oppure con l'invio di una mail all'indirizzo biblioteca@comune.vigano.lc.it. L'evento è stato promosso con la collaborazione e il sostegno dell'assessorato alla cultura di Viganò, che invita la cittadinanza a prendere parte numerosi a questa piccola festa all'insegna della lettura.

Viganò: la pioggia non ferma i partecipanti alla marcia ottobrina

Lun, 21/10/2019 - 12:18
Non si sono lasciati scoraggiare dalla pioggia i circa cinquanta partecipanti alla 46° Marcia Ottobrina organizzata dal Gruppo Sportivo Oratorio di Viganò.Un percorso avventuroso di circa 8 chilometri quello che attendeva nel pomeriggio di domenica gli iscritti, tutti radunati presso la parrocchia viganese, i quali, oltre a vedersela con la pioggia, hanno dovuto prestare molta attenzione al fango e al terreno dissestato a causa del maltempo.''La marcia presenta due punti nel bosco e si snoda lungo i sentieri che portano da Viganò a Sirtori'' ci ha detto Mario Mazzeo presidente del G.S.O Viganò. "Gli anni scorsi abbiamo avuto una maggiore adesione da parte dei cittadini, quest'anno purtroppo c'è il tempo a nostro sfavore. In passato questo evento, si svolgeva durante la mattinata, poi abbiamo dovuto spostarlo nel pomeriggio per esigenze oratoriali; infatti la marcia è dedicata ai bambini e alle loro famiglie" ha continuato Mario.Nonostante ciò, i più coraggiosi sono partiti allo scoccare delle ore 15 dalla chiesa di Viganò, ovviamente sempre assistiti dai volontari del soccorso, pronti ad entrare in azione per qualsiasi emergenza.Alla fine della marcia ogni partecipante ha potuto ritirare il proprio premio di partecipazione, e naturalmente riprendere fiato assaporando le delizie che i volontari dell'oratorio avevano preparato.Il ricavato ottenuto dalla marcia è poi stato destinato alla parrocchia e in particolare ai lavori di ristrutturazione che da qualche mese stanno interessando la chiesa.

VIMERCATE: AZIENDA CERCA UN CONTABILE

Lun, 21/10/2019 - 10:40
Azienda di servizi con sede a Vimercate cerca amministrativo contabile con esperienza pluriennale per la gestione della contabilità ordinaria, comprensivo di bilancio e della dichiarazione IVA. Astenersi se prima esperienza lavorativa. Inviare CV a: amministrazione@sostera.it

PENSIONATO CERCA LAVORO

Lun, 21/10/2019 - 10:38
PENSIONATO SESSANTASETTENNE residente in zona CASATENOVO, CERCA QUALSIASI LAVORO.- AUTOMUNITO- DIPLOMA DI MEDIA SUPERIORE. PARTITA IVA- USO DEL PCPer contatti telefonici: 339 16 08 656

Bulciago: Alda Merini ricordata dall’attore Paolo d’Anna, il 27

Lun, 21/10/2019 - 10:22
A conclusione del primo ciclo di incontri-evento per ricordare e rendere omaggio ai grandi interpreti della cultura Italiana, sarà un personaggio speciale il protagonista dell'ultimo appuntamento domenica 27 settembre a Bulciago. Con l'inizio dell'autunno, a partire dal mese di ottobre, l'assessorato alla cultura del Comune di Bulciago ha infatti proposto presso la sala conferenze della Biblioteca Comunale un ciclo di incontri per rendere omaggio a tre celebri interpreti della cultura italiana: Dario Fo, Leonardo Da Vinci e per ultimo la figura di Alda Merini. A dieci anni dalla sua scomparsa, il comune ha voluto rendere omaggio ad una delle figure femminili più importanti e incisive della poesia italiana del '900, ricordandola proprio nell'ultima settimana del mese di ottobre. L'artista questa volta sarà Paolo D'Anna, autore ed interprete di "Il Muro di Alda". Lo spettacolo e l'interpretazione proposta da questo professionista riusciranno sicuramente ad emozionare i presenti attraverso il racconto del suo incontro personale con questa eccezionale ed indimenticabile donna. L'evento, come i precedenti sarà ad ingresso libero e per l'ultima volta celebrerà e valorizzerà la portata artistica ed intellettuale di una delle donne italiane più famose del secolo scorso, la cui influenza culturale è stata riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

Pagine